Progetti per l’ampliamento dell’offerta formativa è utile fissare i criteri di presentazione e selezione: in allegato un modello di documento da utilizzare

WhatsApp
Telegram

L’ampliamento dell’offerta formativa è frutto del principio giuridico dell’Autonomia delle Istituzioni scolastiche, ovvero dell’articolo 21 della legge 59/97 e dall’art. 9 del DPR 275/99. Autonomia che, di fatto, prevede l’estensione del curricolo obbligatorio con progettualità indirizzati, oltre che pensati, a rispondere alle peculiarità e alle esigenze specifiche del contesto comunitario e territoriale di riferimento. Coerentemente a questa normativa le scuole prevedono, a partire da scelte collegiali, un ampliamento con inevitabile arricchimento dell’offerta formativa per il tramite della realizzazione di progetti, o con l’attivazione di laboratori e, infine, attraverso una poliedrica e ricca organizzazione di eventi culturali che prendano nella giusta considerazione quelli che sono i bisogni formativi degli alunni, composti dopo un diligente esame della situazione attinente al contesto locale.

La continuità e le novità progettuali

I progetti per l’ampliamento dell’offerta formativa, ancora, possono essere o definiti annualmente, ex novo, o progettati (cosa auspicabile in parte, se sono di valore metodologico e con ottima ricaduta) in continuità con gli anni scolastici precedenti, e devono essere specificatamente indirizzati alla realizzazione di tre principali fondamenta della scuola:

  • integrazione: quella che garantisce e definisce il principio dello “star bene a scuola” di tutti gli allievi con peculiare considerazione a quei ragazzi con BES;
  • obiettivi educativi: ovvero quel percorso che permette l’impulso al potenziamento di quelle che sono le competenze trasversali per lo sviluppo della personalità di ciascuno degli alunni;
  • obiettivi disciplinari: recupero e/o potenziamento degli apprendimenti.

Alcune aree o macroaree di intervento

In base a quanto premesso, i progetti per l’ampliamento dell’offerta formativa potrebbero, solo come suggerimento, essere suddivisi in tre macroaree di intervento, tenuto in considerazione le caratteristiche degli alunni destinatari, dei tempi di attuazione e delle modalità operative di svolgimento:

  • arricchimento del curricolo in orario antimeridiano e progetti volti a completare il percorso didattico, educativo e formativo;
  • progetti extracurricolari in orario extracurriculare (dunque, nel pomeriggio);
  • progetti con associazioni, enti, imprese esterni (adesione degli alunni a iniziative proposte da enti vari).

L’impegno dei docenti

Tutti i docenti che intendono promuovere la realizzazione di iniziative rientranti nell’ampliamento dell’offerta formativa dovrebbero compilare una apposita scheda di progetto e presentarla al dirigente scolastico (nelle forme che egli stesso definirà e indicherà) entro il termine prefissato. Il docente che firma la scheda di progetto figura quale responsabile dell’attività. Non è dunque detto, in maniera assoluta, che sia egli stesso a coordinare la stessa.

Cosa considerare nella definizione della scheda progetto

Nella scheda progetto andrebbe indicato per necessarie adesioni alla mission e alla vision dell’Istituto, almeno quanto segue:

  • Il tipo di Progetto (Ampliamento dell’offerta formativa / Settimana delle lingue / formazione docenti/ATA; P.C.T.O.; soggiorni / scambi)
  • il nome del referente
  • il titolo
  • i destinatari
  • tipologia di progettualità: orario curriculare/extracurriculare
  • gli obiettivi e le finalità dell’unità progettuale
  • il necessario riferimento al PTOF, al RAV e al PDM
  • le risorse materiali e umane necessarie alla definizione dell’unità progettuale
  • i tempi di attuazione e la tipologia di verifica
  • finanziamento utilizzato (FIS, capitoli dedicati, autofinanziamento, sponsorizzazione, in forma gratuito).

Criteri di Presentazione e Selezione

In allegato, in riferimento ai progetti per l’ampliamento dell’offerta formativa, i “Criteri di Presentazione e Selezione. Parametri di valutazione e selezione dei progetti” del Liceo Linguistico Statale “Ilaria Alpi” di Cesena diretto brillantemente dal dirigente scolastico prof. Prof. Francesco Postiglione.

Criteri di presentazione selezione progettazione

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia