Progetti “Contrasto alla povertà e all’emergenza educativa”, scadenza 25 maggio: scarica modello di progetto per scuola media

Stampa

Scade il 25 maggio l’avviso “Contrasto alla povertà e all’emergenza educativa”, adottato ai sensi dell’art. 3, comma 1, lettera a) del D.M. n. 48/2021, e diretto a realizzare una procedura di selezione e finanziamento delle iniziative educative proposte da Istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado nell’ambito del Piano scuola estate 2021 promosso dal Ministero dell’Istruzione. Il presente avviso definisce le modalità di partecipazione alla selezione, i contenuti dei progetti e le finalità attese.

Beneficiari e destinatari del finanziamento

Sono ammessi a partecipare al presente Avviso:

  • le Istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (scuole primarie e secondarie di primo grado);
  • le Istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione (scuole secondarie di secondo grado);
  • i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA).

Ciascuna Istituzione scolastica può proporre la propria candidatura con un solo progetto.

Destinatari del presente Avviso sono le studentesse e gli studenti, le adulte e gli adulti iscritti nei percorsi di istruzione primaria, secondarie e per gli adulti.

Coinvolgimento di altri soggetti

È prevista la possibilità di coinvolgere soggetti pubblici e privati, quali esemplificativamente amministrazioni centrali e locali, associazioni, fondazioni, enti del terzo settore, università, centri di ricerca, reti già presenti a livello locale coerenti con l’oggetto del presente Avviso e, nel caso dei CPIA, anche altri attori presenti nell’ambito delle Reti territoriali per l’apprendimento permanente.

Caratteristiche e contenuti delle proposte progettuali

Le proposte progettuali presentate dovranno avere come obiettivo il contrasto alla povertà e all’emergenza educativa. Nello specifico, esse dovranno essere finalizzate alla riduzione della frattura fra le zone più avanzate del Paese e le zone più fragili, le periferie, le aree montane e a contrastare l’emergere di una nuova Questione Meridionale, segnata da un maggior rischio di dispersione e povertà educativa. Al fine di agevolare la circolazione di buone pratiche, si favorisce la collaborazione tra Scuole, Enti pubblici, soggetti privati e Associazioni nelle fasi di ideazione, progettazione e realizzazione delle iniziative.

Le proposte progettuali dovranno essere presentate compilando in ogni sua parte la scheda progettuale presente sulla piattaforma PimerMonitor. La scheda progettuale si compone di varie sezioni nelle quali devono essere indicati i dati anagrafici del soggetto proponente, una descrizione sintetica dell’iniziativa e il relativo budget. In particolare, in quest’ultima sezione devono essere riportate, a carattere previsionale e non vincolante, le spese previste per la realizzazione del progetto.

Risorse finanziarie programmate, massimali del progetto e costi ammissibili

Ai sensi del citato art. 3, comma 1, lettera a) del D.M. n. 48/2021 le risorse programmate per la realizzazione delle iniziative educative in questione sono complessivamente pari ad euro 40.000.000.

il massimale di spesa riconosciuto a ciascuna Istituzione scolastica è di euro 40.000 per le scuole con un numero pari o superiore a 600 alunni frequentanti e di euro 30.000 per le scuole con un numero di alunni frequentanti inferiore a 600.

Criteri di ammissibilità e selezione dei progetti

Il finanziamento verrà concesso fino ad esaurimento delle risorse di cui all’art. 5 comma 1 e, fermo restando quanto previsto all’art. 3 del presente avviso, nell’ordine di priorità determinato da una graduatoria di merito dei progetti pervenuti che sarà predisposta da un’apposita commissione designata dal Capo Dipartimento del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, composta da personale in possesso di specifiche professionalità nelle materie oggetto dell’avviso di selezione. La commissione effettuerà la valutazione attribuendo un punteggio massimo di 100 punti secondo i criteri riportati nella tabella di seguito.

Come caricare le candidature

Le candidature devono essere inviate al Ministero esclusivamente attraverso la piattaforma

PimerMonitor, accessibile al seguente percorso “SIDI → Applicazioni SIDI → Gestione

Finanziario Contabile → Piattaforma di monitoraggio e rendicontazione” da cui si potrà effettuare il log in tramite il servizio SIDI stesso, a partire dal 13/05/2021 ed entro e non oltre le ore 12.00 del 25/05/2021. Decorso tale termine il sistema non consentirà l’invio della candidatura.

Le candidature dovranno essere presentate esclusivamente seguendo la relativa procedura guidata per la compilazione della scheda progettuale. Le domande presentate secondo format diversi non saranno accettate e saranno escluse.

Sono di seguito elencati i passaggi da seguire:

Compilazione della scheda anagrafica;

Compilazione della scheda progettuale: il progetto va inserito compilando i diversi campi di testo relativi ai contenuti, agli obiettivi, alle modalità di realizzazione, al coinvolgimento di enti partner, al budget, ecc., come anche indicato all’art. 4;

Caricamento della scheda progettuale firmata digitalmente: una volta conclusa la procedura di compilazione, la scheda va scaricata sul PC, sottoscritta digitalmente dal dirigente scolastico e caricata nuovamente sul portale. Il sistema riconosce automaticamente la regolarità della sottoscrizione e, in caso positivo, consente di accedere alla sezione di invio al Ministero;

Invio della scheda progettuale: una volta effettuato l’invio, il sistema trasmette alla e-mail della scuola la ricevuta di regolare candidatura. Non sono necessari ulteriori adempimenti e non sono previste modalità diverse o ulteriori di candidatura, pena l’esclusione dalla procedura di valutazione.

Sulla piattaforma PimerMonitor è possibile accedere al manuale di supporto per l’invio del progetto e visualizzare le FAQ.

Informazioni

Per informazioni collegati al link https://www.monitor440scuola.it/

Il Progetto

Numerose scuole, nel recente passato, si sono distinte per qualità della progettazione. Tra queste, per esempio, l’istituto “Monte Rosello Alto” di Sassari, diretto dal dirigente scolastico Dott.ssa Rita Paola Spanedda, che, nel recente passato, ha avuto l’approvazione del “Progetto Laboratoriale C.R.E.S.C.O. Costruzione di Reti Educative e di Sviluppo attraverso la Continuità e l’Orientamento” su fondi MIUR – MONITOR 440.

Il progetto C.R.E.S.C.O. consiste nell’attivazione di azioni laboratoriali al fine di far acquisire a studentesse e studenti la capacità di organizzare il proprio apprendimento, individualmente ed in gruppo, sulla base delle proprie necessità, ed acquisire inoltre la consapevolezza relativa a metodi ed opportunità per operare scelte e decisioni consapevoli ed autonome e per porsi in una posizione di apprendimento, in un’ottica di lifelong learning.

Progetto ORIENTAM

Manuale_Scuola

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur