Progettazione, pianificazione, sviluppo del servizio di qualità degli indirizzi “Conduzione del mezzo navale” (CMN) e “Conduzione apparati e impianti marittimi” (CAIM): in allegato il progetto esecutivo

WhatsApp
Telegram

Abbiamo analizzato la questione relativa al sistema di gestione Quali.For.Ma. Vedremo in questo articolo, invece, anche in vita dell’avvio del nuovo anno scolastico, servendoci di esperienza già attuate e con eccellenti risultati, come si esplica una progettazione di qualità e la modalità con la quale si sviluppa il servizio riferendoci, in poche parole, al complesso delle attività che riguardano l’attuazione dell’offerta formativa relativa ai percorsi di istruzione. In questo articolo, in modo particolare, ci soffermeremo sui percorsi CMN e CAIM e, nello specifico, sulla fase della sua pianificazione fino alla fase preliminare della erogazione. Per intenderci, e in fase preliminare, sottolineammo come nella progettazione e nella fase di sviluppo il “servizio” viene considerato nella sua unicità anche se le diverse componenti del sistema (DGOSV e istituti scolastici) svolgono ruoli differenziati. E, in maniera particolare, la DGOSV del Ministero dell’Istruzione e del Merito partecipa alla progettazione unicamente in relazione alle funzioni di indirizzo e di coordinamento.

Il ruolo del Ministero dell’Istruzione e del Merito nel percorso di “qualità”

La DGOSV emana gli indirizzi generali attraverso Linee guida e comunicazioni. Per la parte relativa alla Progettazione e sviluppo del servizio, il documento fulcro cui fare rapporto è costituito dai “Piani di studio” (descritti concisamente e pubblicati sui siti) che delimitano gli standard di corrispondenza dei percorsi “Conduzione del mezzo navale” (CMN) e “Conduzione apparati e impianti marittimi” (CAIM), e pongono in rapporto le competenze, conoscenze e abilità delimitate a livello internazionale dalla Convenzione STCW, inserite nei sistemi normativi comunitari e nazionali per il tramite e attraverso quelle che sono le Direttive dell’Unione Europea e le norme italiane del servizio di istruzione.

Il ruolo degli Istituti scolastici nel percorso di “qualità” e il Sistema Gestione Qualità dei singoli siti

Sono, invece, gli istituti scolastici ad elaborare ”gli indirizzi per le attività, la gestione e l’amministrazione dell’istituzione scolastica tenuto conto, per quanto attiene al Sistema Gestione Qualità dei singoli siti, delle indicazioni generali della DGOSV. L’atto di indirizzo del dirigente scolastico rappresenta uno dei presupposti per la elaborazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa dal quale si avvia il processo di progettazione e consecutivo avvio delle attività didattica nell’istituto. L’attività di progettazione e sviluppo viene programmata e verificata attraverso l’applicazione di criteri che individuano, consecutivamente, le varie fasi di attività, responsabilità e competenze, la documentazione di riferimento, i tempi di sviluppo, la documentazione da realizzare e i punti di verifica del progetto così come si evince dal “Manuale” elaborato dal famosissimo “Politecnico del Mare”, I.S.I.S. “Duca degli Abruzzi” di Catania, guidato brillantemente dalla dirigente scolastico dottoressa Brigida Morsellino, un prezioso manager dell’Istruzione Italiana. “L’intero processo della progettazione e sviluppo, ferme restando le specifiche funzioni e competenze del DS e degli organi collegiali, è coordinato dal Responsabile della Progettazione (RdP)che interagisce con le diverse figure coinvolte”.

Come avviene la pianificazione della progettazione e sviluppo

L’Istituto, come nel caso specifico il “Politecnico del Mare”, I.S.I.S. “Duca degli Abruzzi” di Catania, programma e verifica la progettazione degli interventi formativi e delimita:

  • tutte le varie fasi della progettazione;
  • i tempi, i luoghi e tutte le diverse modalità per l’attività di riesame, accertamento e validazione della progettazione;
  • i vari responsabili e i compiti di responsabilità nelle differenti fasi;
  • le modalità di modificazione alla programmazione.

Pianificazione del progetto formativo e il modello di progetto esecutivo

Ogni anno scolastico il Collegio Docenti, anche per il tramite di apposite articolazioni (Commissioni e/o Dipartimenti all’uopo nominate) incede nel percorso di pianificazione del progetto formativo tenendo conto degli input scaturiti dagli organi collegiali, utenza e altre parti interessate e inoltre attraverso l’analisi dell’ambito normativo di riferimento, di tutti gli eventuali risultati dei monitoraggi eseguiti, dei fabbisogni formativi emersi dal territorio e dalla comunità di riferimento. Il Responsabile della progettazione (RdP) provvede alla redazione del Mod. GQ 01/06.01 in collaborazione con le altre funzioni di sistema e sulla base delle eventuali apposite delibere effettuate, in tempo utile, degli organi competenti. Il modello Mod. GQ 01/06.01 è aggiornato periodicamente con lo stato di avanzamento delle varie fasi previste per la realizzazione del progetto.

Gli input primari alla progettazione e lo sviluppo del progetto formativo

Gli elementi in ingresso alla progettazione, individuati sulla base della partecipazione diffusa delle diverse figure di sistema, sono sistematizzati dal Responsabile della progettazione (RdP) nella Scheda di pianificazione del progetto Mod. GQ 01/06.01.

Costituiscono input primari alla progettazione:

  • requisiti cogenti da norme, convenzioni, regolamenti e indirizzi regionali, nazionali, comunitari e internazionali;
  • valutazione dei rischi e delle opportunità;
  • obiettivi del PTOF e Piano di Miglioramento;
  • indicazioni generali della DGOSV;
  • informazioni sul contesto di riferimento;
  • risorse umane e strumentali;
  • risultati di apprendimento in uscita dai percorsi di istruzione; esiti dei monitoraggi;
  • esiti derivanti delle progettazioni degli anni scolastici precedenti;
  • altre qualità funzionali al progetto e allo sviluppo dello stesso in relazione alla particolarità del singolo sito (eventuali partenariati previsti, progetti similari, metodologie applicate o poste in essere e in fase di utilizzo).

Programmazione didattica

In allegato un format di progetto esecutivo per i “Moduli relativi alle competenze STCW”.

31.07.2023 – Progetto-esecutivo-CAIM-CAIE

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri