Progettavano stragi a scuola: arrestati 3 ragazzi che diffondevano video violenti

WhatsApp
Telegram

E’ stata scoperta dalla polizia antiterrorismo una chat su Telegram chiamata “Blocco est Europa”,dove tre giovani tra i 14-21 anni progettavano attacchi alle istituzioni e stragi nelle scuole.

I giovani in queste chat diffondevano video atroci con mutilazioni, torture, esecuzioni degli jihadisti, con il “mito” degli autori dei massacri di massa nelle scuole americane.

Ora sono in manette – due in carcere ed uno ai domiciliari – ma polizia ed antiterrorismo stanno effettuando perquisizioni a casa di minorenni a Torino, Lanciano e Sanremo, si legge su Il Messaggero.

Nelle chat i ragazzi esaltavano gli “school shooters” – gli autori di massacri di massa nelle scuole elementari e medie – e le indagini sono partite da una segnalazione arrivata al Commissariato di polizia online e sono state sviluppate dal Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica Liguria e dalla Digos di Genova.

Sono indagati per apologia, attraverso il web, di gravi delitti (omicidi e stragi) anche di tipo terroristico, avrebbero istigato alla violenza sessuale su minori e avrebbero diffuso, sempre tramite i canali social, materiale pedopornografico.

In particolare, in base a quanto emerso, i ragazzi scambiavano in rete file video e immagini pedopornografiche, di coprofagia, necrofilia, decapitazioni, torture ed esecuzioni provenienti dagli ambienti jihadisti, mutilazioni e automutilazioni, violenze xenofobe, razziste e omofobe accompagnate da commenti di approvazione ed esaltazione e intrisi della retorica tipica della ideologia suprematista.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro