Profumo: unire Ministero dell’istruzione e del lavoro

di
ipsef

red – Durante la seconda giornata del Meeting di Boves, è intervenuto il ministro dell’istruzione Francesco Profumo che ha avanzato l’idea di costituire un forte legame tra formazione e lavoro.

red – Durante la seconda giornata del Meeting di Boves, è intervenuto il ministro dell’istruzione Francesco Profumo che ha avanzato l’idea di costituire un forte legame tra formazione e lavoro.

"Il nostro mondo – ha detto il Ministro – è un mondo che in questo momento non stiamo assolutamente controllando. Ci siamo dimenticati che cosa sia il bene comune ed è per questo che il paese deve mettere al centro il problema dell’istruzione o meglio dell’educazione".

"Sono convinto che il nostro sistema educativo – ha continuato – sia un sistema di buona qualità. I nostri studenti, quando vanno all’estero sono sempre i migliori. Lo abbiamo ribadito anche festeggiando i 25 anni del Progetto Erasmus, in cui i crediti formativi rappresentano la prima vera "moneta unica" del sistema (educativo) europeo. In questo modo si può anche portare avanti il principio della social innovation, ovvero di misure economiche e provvedimenti regolativi che raccolgano i bisogni sociali, la domanda collettiva".

Ha inoltre suggerito la necessità di una dimensione europeista, cioè, una dimensione che punti alla condivisione con il resto del continente del sistema dell’istruzione, della ricerca e dell’innovazione per affrontare le nuove sfide.

"Forse – ha concluso il Ministro – non ha neanche più senso che il MIUR e il Ministero del Lavoro lavorino in maniera disgiunta. Il mondo del lavoro è cambiato ma noi non abbiamo ancora strutture formative e competenze adeguate".

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione