Profumo sui neutrini

di Lalla
ipsef

MIUR Ufficiostampa – "L’esperimento internazionale OPERA, a cui partecipano i fisici italiani assieme a colleghi di altri 10 Paesi, ha ripetuto, migliorandola in alcuni aspetti, la misura che dimostrerebbe che la velocità del flusso di neutrini tra il laboratorio europeo del CERN e il laboratorio dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) del Gran Sasso è maggiore di quella della luce.

MIUR Ufficiostampa – "L’esperimento internazionale OPERA, a cui partecipano i fisici italiani assieme a colleghi di altri 10 Paesi, ha ripetuto, migliorandola in alcuni aspetti, la misura che dimostrerebbe che la velocità del flusso di neutrini tra il laboratorio europeo del CERN e il laboratorio dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) del Gran Sasso è maggiore di quella della luce.

Ciò è stato reso possibile dal fatto che l’Italia ha realizzato un’infrastruttura di ricerca, il Gran Sasso, dove sono attivi apparati di altissima tecnologia e decine di esperimenti.

Questo laboratorio sotterraneo italiano costituisce un esempio unico al mondo tra quelli dedicati alla fisica delle astroparticelle. L’unico, peraltro, guidato da una donna. Il risultato di oggi è frutto di una collaborazione internazionale di altissima qualità, nella quale l’Italia dimostra di avere competenze scientifiche e risorse tecnologiche di assoluto prestigio che ci rendono orgogliosi".

Versione stampabile
anief
soloformazione