Profumo: questo test misura “capacità logica e di sintesi”. Bando prossimo concorso non definito

di
ipsef

red – ”Questo concorso può restituire ai cittadini, io mi auguro, un po’ di fiducia nello Stato. La prova di selezione è divisa in tre fasi. Questa è solo la prima, e serve a valutare la capacità logica e di sintesi. Sono due elementi che valgono per qualunque professione, e che al tempo stesso non bastano a fare un bravo docente”. Lo dichiara, in un’intervista al quotidiano ”Il Messaggero”, il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo,

red – ”Questo concorso può restituire ai cittadini, io mi auguro, un po’ di fiducia nello Stato. La prova di selezione è divisa in tre fasi. Questa è solo la prima, e serve a valutare la capacità logica e di sintesi. Sono due elementi che valgono per qualunque professione, e che al tempo stesso non bastano a fare un bravo docente”. Lo dichiara, in un’intervista al quotidiano ”Il Messaggero”, il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo,

”Nella seconda fase – ha continuato – si valuteranno le competenze specifiche di settore. Poi ci sarà una terza fase, in cui si misurerà la capacità di relazionarsi con i ragazzi, di comunicare, di trasferire la conoscenza nel modo dovuto. Perché non è detto che uno scienziato sia anche un bravo docente. La partita era difficile, si partiva con una serie di handicap storici, anche per il fatto che in passato i concorsi avevano una durata molto lunga, venivano trattati con la carta anziché il computer, c’erano sempre dubbi sulla trasparenza"

Alla domanda sul prossimo concorso, ha dichiarato che il bando non è ancora definito

Versione stampabile
soloformazione