Profumo: “Non è stato fatto nulla per peggiorare la situazione dei docenti precari”. Per le 24 ore si cerca la copertura finanziaria

di
ipsef

red – Sono state le parole del Ministro profumo a margine di un convegno a Milano "Sono rimasto molto colpito rispetto a questo gesto – riferendosi al suicidio di C. C. – che ha colpito me in particolare e sono molto vicino alla famiglia". Pantaleo: "La precarietà è una violenza contro le persone"

red – Sono state le parole del Ministro profumo a margine di un convegno a Milano "Sono rimasto molto colpito rispetto a questo gesto – riferendosi al suicidio di C. C. – che ha colpito me in particolare e sono molto vicino alla famiglia". Pantaleo: "La precarietà è una violenza contro le persone"

Il Ministro ha voluto sottolineare che la situazione delle persone che non hanno un posto fisso all’interno della scuola è un processo "che dura da molti anni. Io sto lavorando per cercare una normalizzazione". Il riferimento è al suicidio di C. C. che ha scolvolto il mondo del precariato.

Precari tenuti col fiato sospeso per la vicenda delle 24 ore, ma il Ministro assicura: "Occorre trovare in Parlamento la soluzione più indolore possibile per la scuola che è centrale e deve trovare una soluzione che non la penalizzi", ricorda l’emendamento abrogativo della VII commissione cultura, adesso, continua, "l’obiettivo è di trovare una copertura dei soldi complessivi per avviare un processo di rinnovamento senza penalizzazioni".

Sulla vicenda C. C. è intervenuto anche il segretario della FLCGIL, Domenico Pantaleo, che ha così tuonato: "La precarietá è violenza contro le persone fino a spingerle a rinunciare alla propria vita. Il lavoro è stato ridotto in merce, spogliato della dignitá."

A queste, fanno eco le affermazioni di Francesco Scrima, segretario CISL: "non sono numeri, aride cifre, quelle di cui si discute parlando di organici e di tagli, ma persone"

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione