Prof. sospesa, Bussetti: voglio incontrarla anche io, ma non spetta a me reintegrarla

di Giulia Boffa
ipsef

item-thumbnail

Gramellini ha intervistato il ministro Bussetti sulla vicenda della docente sospesa. Il Ministro afferma che il Ministero non è stato interessato dell’avvio del caso per cui sono prive di fondamento eventuali accuse di censura.

L’intervista, riportata da La Repubblica, andrà in onda stasera alla 20,15 su RaiTre.

Il ministro ha espresso il desiderio di incontrare la docente insieme a Salvini  e afferma: “Cosa dovrebbe fare un professore in questi casi? Generalizzare è difficile, qui c’entra la libertà di insegnamento prevista dalla Costituzione e i nostri ragazzi ragionano, non si fanno condizionare”, e poi: “La scuola deve costruire coscienze critiche, è un suo obiettivo, perciò ben vengano anche queste possibilità di confronto, di scambi di idee e opinioni che sono sempre positivi. I nostri docenti non sono bravi: di più. E meritano grande rispetto”.

Non sarà il ministro Bussetti a ritirare la sospensione, infatti dice: “Se fossi chiamato in causa potrei anche intervenire, ma il ministro non ha questa funzione, né questo compito. Ci sono degli uffici preposti. Il ministro non è stato interessato né nell’avvio né nella conclusione dell’iter del caso specifico. Perciò evitiamo accuse di censura perché non hanno fondamento”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione