Prof. sospesa a Palermo, incontro con Salvini e Bussetti. Lo stato dell’arte

Stampa

Ieri, a Palermo, nell’ambito della”Giornata della Legalità”, la docente Dell’Aria, sospesa per 15 giorni a causa dell’accostamento, effettuato da alcuni suoi allievi, del decreto sicurezza con le leggi razziali del 1938, ha incontrato Bussetti e Salvini.

L’incontro, come riportato da diverse agenzie di stampa, è avvenuto in Prefettura.

Dell’Aria: Bussetti ha chiarito che non può intervenire

La professoressa Dell’Aria  ha definito il colloquio con i due Ministri “molto sereno e disteso: abbiamo discusso di tante. Ode soprattutto della funzione docente ed è stato messo in rilievo quanto il nostro impegno di docenti sia veramente funzionale alla formazione dei giovani. E a potere creare i presupposti perché la società sia giusta accogliente tollerante nei confronti degli altri e rispettosa del pensiero di tutti”

Sempre la Professoressa ha affermato che Bussetti ha chiarito che lo stesso non ha potere “sulle decisioni prese dal provveditore e c’è un iter che deve essere rispettato. Si sta lavorando ad una soluzione che sia conciliante”.

Stando, dunque, alle parole dell’insegnante la sospensione resta.

Salvini: si lavora per sospendere provvedimento

Si era creata un po’ di confusione in seguito alle prime parole del Ministro Salvini, il quale, come poi chiaritoci anche dal Miur, ha sostenuto che i tecnici stanno lavorando e che la sua indicazione è che la docente venga reintegrata il prima possibile.

Ha inoltre affermato, rispondendo ad una precisa domanda, che si va verso la sospensione del provvedimento, che comunque cesserà il prossimo 27 maggio.

Conclusioni

Al momento, dunque, la sospensione resta, per cui la docente non potrà rientrare a scuola prima del 27 maggio.

Attendiamo l’esito del lavoro dei tecnici di cui sopra.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa