Prof. non rispetta PDP di alunno con discalculia, TAR: bocciatura sospesa e nuovo consiglio di classe

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ricordiamo che è la  legge n. 170/2010 e le successive Linee Guida del 2011 a prescrivere una serie di misure volte a favorire il successo scolastico degli alunni con DSA, che confluiscono nel cosiddetto Piano Didattico Personalizzato (PDP).

Riferiamo su una sentenza del TAR Piemonte relativa alla bocciatura di uno studente con Disturbi Specifici di Apprendimento.

Alunno DSA non ammesso

Un alunno con certificazione di DSA (discalculia) e Piano Didattico personalizzato, come leggiamo su Repubblica, non era stato ammesso alla classe IV, in quanto aveva 4 insufficienze in: scienze naturali, inglese, latino e matematica.

TAR Piemonte

Il Tar Piemonte, chiamato in causa dai genitori dello studente, ha imposto la cancellazione dell’insufficienza in matematica e la sospensione della bocciatura, in attesa che il consiglio di classe si riunisca nuovamente per rivedere la situazione.

La decisione del Giudice è scaturita dal fatto che l’insegnante non aveva rispettato quanto deciso dal consiglio di classe nel PDP, in base al quale avrebbe dovuto assegnare allo studente compiti in classe con meno esercizi e gli avrebbe dovuto permettere la consultazione delle formule e l’uso della calcolatrice.

Consiglio di classe senza il docente di Matematica

Il Consiglio di classe, che dovrà riunirsi nuovamente per rivisitare la delibera di bocciatura dello studente, sarà il medesimo che ha deciso la bocciatura, eccetto il docente di matematica, come imposto dal Giudice.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione