Prof accoltellata, D’Aprile (Uil Scuola Rua): “Educare al rispetto è il primo passo. La scuola può fare tanto ma non da sola”

WhatsApp
Telegram

“L’ennesimo – perché ultimo di una lunga serie. Episodio – che in realtà è un fatto gravissimo. Di violenza – azione che nelle scuole non dovrebbe esistere. Le parole pesano e sono importanti. Educare al rispetto è il primo passo. Ne siamo convinti – osserva il segretario generale della Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile – e la scuola in questa direzione fa già moltissimo”.

Le aggressioni da parte degli alunni al personale della scuola sono in aumento – riflette il Segretario – dobbiamo chiederci perché tutto questo accade. Un’idea ce la siamo fatta perché per la scuola e per il personale che vi lavora c’è poco rispetto, scarsa considerazione e valorizzazione sociale. Tutto ciò va recuperato, lo diciamo da tempo, facendo molta attenzione a parlare di scuola con superficialità, trattandola bene anche attraverso una maggiore considerazione del personale che vi lavora.

Richiamare a gran voce l’urgenza di provvedimenti disciplinari non risponde al lavoro importante e complesso che va ripreso e consolidato nelle scuole: la cultura del rispetto nei confronti del personale. Appare sempre più evidente è la necessità di una alleanza che va ricostruita tra scuola e famiglia, luogo cruciale nel quale far partire ogni modello educativo durevole e condiviso.

Autodeterminazione e libera scelta sono i cardini di una società capace di interrompere spirali di incomprensioni e violenza – sottolinea D’Aprile – conosciamo bene l’impegno degli insegnanti in questa direzione ma il loro lavoro quotidiano va sostenuto attraverso la collaborazione e l’azione convinta delle famiglie, della collettività, delle istituzioni. In queste azioni la scuola deve essere lasciata libera ma non sola“.

Insegnante accoltellata alla schiena: studente di 17 anni arrestato. Valditara: “Docenti e Ata non saranno lasciati soli”

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto