Il processo Kennedy a scuola, con il pm Padalino e 180 studenti

WhatsApp
Telegram

Gli allievi dell’Is Amaldi Sraffa di Orbassano hanno immaginato e costruito il processo, mai celebrato, a Lee Harvey Oswald, il presunto assassino del presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy, ucciso prima di poter comparire alla sbarra.

A sostenere l’accusa, in un’accurata riproposizione di un ipotetico processo, è stato il sostituto procuratore di Torino Andrea Padalino, in occasione di uno degli appuntamenti del progetto “Educazione alla Legalità”.

Il pm torinese ha illustrato agli studenti le tantissime contraddizioni in cui è incappata la commissione Warren, l’organo parlamentare chiamato a indagare sull’omicidio del presidente degli stati Uniti, che alla fine individuò Oswald come unico responsabile dell’attentato.

Nell’aula magna dell’istituto orbassanese il magistrato ha proiettato filmati, mappe e testimonianze dell’epoca che mettono in forte dubbio le conclusione della Commissione Warren e si è soffermato sulla figura di Jim Garrison, il magistrato statunitense che ha cercato per anni di dimostrare l’esistenza di un complotto alla base dell’omicidio Kennedy.

Nel percorso di educazione alla legalità gli studenti dell’Amaldi Sraffa avevano già ascoltato le testimonianze di Sarino Damiano, imprenditore di Capo d’Orlando che ha denunciato i suoi estorsori, ed Enzo Mammana, presidente dell’associazione commercianti ed imprenditori orlandini. Oltre ai numerosi incontri con i carabinieri sul tema delle dipendenze e dell’uso di sostanze stupefacenti.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito