Private, “necessario incrementare i finanziamenti nonostante la crisi economica”

di redazione
ipsef

red – Lo ha affermato il Ministro nella riposta scritta ad un’interrogazione di Fabio Garagnani, deputato del PdL, con la quale chiedeva che non fossero tagliati i finanziamenti alle scuole paritarie private. "Un sistema autenticamente pluralista – ha scritto la Gelmini – non puo’ prescindere dall’apporto delle scuole paritarie. Siamo, infatti, ben consapevoli dell’importanza del servizio e della funzione pubblica che esse svolgono nell’ambito del sistema nazionale di istruzione".

red – Lo ha affermato il Ministro nella riposta scritta ad un’interrogazione di Fabio Garagnani, deputato del PdL, con la quale chiedeva che non fossero tagliati i finanziamenti alle scuole paritarie private. "Un sistema autenticamente pluralista – ha scritto la Gelmini – non puo’ prescindere dall’apporto delle scuole paritarie. Siamo, infatti, ben consapevoli dell’importanza del servizio e della funzione pubblica che esse svolgono nell’ambito del sistema nazionale di istruzione".

Il ministro dell’Istruzione ha confermato la validità dei principi contenuti nella riforma del 2000, grazie alla quale "convivono in sintonia con i principi costituzionali scuole statali e scuole paritarie private". In tutto la somma per le scuole paritarie privata pagata dallo Stato sfiora i 522 milioni di euro.

"E’ necessario incrementare i finanziamenti – ha rilanciato il Ministro – nonostante la crisi economica perchèle scuole private sono frequentate dal 12% della popolazione scolastica con un significativo risparmio per lo Stato".

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione