Privacy. Apidge: docenti di Diritto hanno i requisiti per essere nominati Responsabili

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Apidge, l’Associazione professionale degli insegnanti di Scienze giuridiche ed economiche, osserva che venerdi 25 maggio entra in vigore il Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali n. 679/2016, noto anche come “GDPR” (General Data Protection Regolation).

Ad esso devono adeguarsi anche le scuole, dove tutti i dati personali dovranno essere trattati in maniera adeguata e corretta. Si profila una eccezionale emergenza organizzativa per le scuole, soprattutto per i dirigenti scolastici, chiamati a individuare tra le risorse umane a loro disposizione il DPO, il Data Protection Officer, o meglio il RPD, il responsabile della protezione dei dati, figura centrale di tutto il nuovo sistema.

La scelta va fatta tra soggetti che abbiano qualità professionali adeguate e che conoscano in maniera specialistica la normativa e le procedure in materia di protezione dei dati personali e che siano in grado di assolvere i compiti affidati dal Regolamento al responsabile della protezione dei dati. Ruoli e responsabilità che si attanagliano perfettamente alle professionalità espresse dai docenti di Scienze giuridiche ed economiche presenti nelle scuole italiane.

Si va a configurare un ottimo motivo, per tutte le istituzioni scolastiche, di utilizzare al meglio i tanti docenti della classe di concorso A046 individuati nel potenziamento dell’autonomia delle istituzioni scolastiche ed eventualmente modificare le mansioni a cui sono stati destinati i 4.485 (quattromilaquattrocentoottantacinque) insegnanti a tempo indeterminato di Scienze giuridiche ed economiche inquadrati nelle attività di sostegno didattico delle scuole.

A meno che, al solito, il servizio venga esternalizzato, con tanti nuovi oneri a carico del contribuente

Privacy: ogni scuola deve nominare Responsabile. Requisiti e corso di formazione di nove ore, nota Miur

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione