Priorità alla scuola, altro weekend di mobilitazioni per chiedere il ritorno in classe

Stampa

Proseguono le mobilitazioni organizzate da professori e studenti davanti alle scuole italiane per chiedere la riapertura di tutti gli istituti scolastici, di ogni ordine e grado.

Da domani a domenica è in programma un fitto calendario di iniziative in numerose città, tra cui Faenza, Firenze, Perugia, Torino, Milano, Napoli, Salerno, Mantova, Verona, Vicenza, Mestre, Padova, Treviso..

Mentre gli adolescenti degli altri Paesi europei vanno normalmente a scuola, quelli italiani continuano ad essere obbligati alla Didattica a Distanza.

Situazione caotica in molte regioni: il Molise, regione “gialla”, chiude le scuole di ogni ordine e grado e i sindaci di molti Comuni decidono di tenere aperte almeno le scuole elementari; l’Abruzzo si autoproclama “arancione” e così riporta le seconde e le terze medie in presenza, ma il Governo promette battaglia; il Piemonte “arancione” mantiene chiuse le scuole secondarie di primo grado; il presidente della Regione Puglia si spinge a lasciare la libera scelta ai genitori per la frequentazione della scuola; la Campania sta per diventare zona gialla, ma sono aperte solo la scuola dell’infanzia e le prime due classi delle primarie, inoltre, in una sessantina di Comuni i sindaci hanno chiuso tutto; in Calabria il 16 dicembre si terrà l’udienza del Tar di Catanzaro in merito al decreto cautelare con cui lo stesso Tar aveva annullato l’ordinanza con cui il presidente (ad interim) della Regione eccedeva in zelo chiudendo tutte le scuole, ignorando che il DPCM prevedeva le scuole aperte fino alla prima classe delle medie anche nelle zone rosse.

Di fronte a questo quadro desolante, Priorità alla Scuola prosegue la protesta a tutela del diritto allo studio e chiede il potenziamento dei trasporti pubblici in orario scolastico e dei servizi di medicina scolastica, inoltre auspica una veloce conclusione delle nomine dei docenti in modo tale che tutte le scuole possano restare aperte in continuità e in sicurezza.

Le iniziative

Faenza

Venerdì 11 dicembre e sabato 12 dicembre: le lezioni di DAD in presenza da parte dei docenti del liceo Torricelli Ballardini.
Perugia

Sabato 12 dicembre: ore 15 lezione all’aperto in piazza della Repubblica.
Torre Pellice (TO)

Domenica 13 dicembre: dalle ore 11 mobilitazione per la scuola, piazza della Libertà.
Torino

Venerdì 11 dicembre: dalle ore 9 lezioni in DAD in piazza Castello.
Milano

Venerdì 11 dicembre: dalle ore 9 lezioni in DAD davanti al Liceo Einstein, via Einstein 3.Sabato 12 dicembre: dalle ore 14 lezione del Collettivo Studentesco sulla strage di piazza Fontana in occasione dell’anniversario dell’attentato, in piazza Fontana Domenica 13 dicembre: dalle ore 15 lezioni carbonare al parco di Trenno, via Gorlini 7 (accanto al campo da beach volley).
Firenze

Venerdì 11 dicembre: dalle ore 11 lezioni in presenza in piazza Santo Spirito e DAD davanti ai licei Castelnuovo e Michelangelo (via della Colonna) e Galileo (via Martelli).Sabato 12 dicembre: dalle 10 alle 12 lezioni DAD in presenza davanti al liceo Gobetti Volta (Bagno a Ripoli).Domenica 13 dicembre: ore 15 assemblea pubblica di Priorità alla Scuola Firenze/Toscana in piazza Santissima Annunziata.
Salerno

Venerdì 11 dicembre: dalle ore 17 attività di volantinaggio e sensibilizzazione dalla stazione fino in centro.
Napoli

Sabato 12 dicembre: dalle ore 11.30 attività di volantinaggio e sensibilizzazione in piazza Vanvitelli/via Scarlatti.
Torre del Greco (NA)

Sabato 12 dicembre: dalle ore 10.30 mobilitazione in piazza Santa Croce.
Mantova

Venerdì 11 dicembre: dalle ore 8 alle 10 lezioni DAD in presenza davanti all’istituto Isabella d’Este.
In tutto il Veneto, venerdì 11 dicembre, lezioni DAD in presenza davanti alle scuole, dalle 9:

Vicenza
Liceo Fogazzaro
Liceo Quadri
ISS Montagna

Treviso
Liceo Canova
Liceo artistico

Mogliano Veneto
Liceo Berto

Padova
ITSCT Einaudi Gramsci
IIS Leonardo Da Vinci

Verona
Liceo Messedaglia
ITS Can Grande della Scala

Mestre
Liceo Giordano Bruno

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur