Primo giorno di scuola e traffico: una ricerca europea lo ha analizzato

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Tra i sondaggi che si fanno all’inizio di ogni anno scolastico, ne è nato uno molto particolare, una specie di "monitoraggio del congestionamento stradale" in tutta Europa, proprio in coincidenza dell’apertura delle scuole, analizzando i dati storici degli ultimi due anni.

 "Il risultato? Giovedì 12 settembre – spiegano i ricercatori – sarà una giornata da bollino nero in quasi tutte le città d’Italia".

GB – Tra i sondaggi che si fanno all’inizio di ogni anno scolastico, ne è nato uno molto particolare, una specie di "monitoraggio del congestionamento stradale" in tutta Europa, proprio in coincidenza dell’apertura delle scuole, analizzando i dati storici degli ultimi due anni.

 "Il risultato? Giovedì 12 settembre – spiegano i ricercatori – sarà una giornata da bollino nero in quasi tutte le città d’Italia".

Lo studio è stato curato dalla TomTom, azienda leader dei navigatori satellitari, che di traffico se ne intende.

Secondo questa ricerca, Roma (che lo ricordiamo è già una delle 10 città più trafficate d’Europa…) si vedrà aumentare il suo traffico da record in media del 300% rispetto ai 30 giorni precedenti,  per poi stabilizzarsi nel resto del mese di settembre con una diminuzione del 17% rispetto al 12 settembre. Sulla capitale pesano le conseguenze della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali, ma anche la gestione dei parcheggi (sempre pochi) e della riduzione dei posti in superficie.

Stesso discorso vale per Milano dove si prevede un aumento del 270%, anche se solo +110% rispetto alla settimana immediatamente precedente.

La Germania ha una situazione simile a quella italiana perché a Monaco il giorno della riapertura delle scuole ingorghi e traffico aumentano proprio del 300%, per poi crollare del 60% il giorno dopo.

"Discorso totalmente diverso per il Belgio – spiegano i ricercatori – dove il traffico aumenta sì, e del 220%, ma proprio dal giorno dopo l’apertura delle scuole. Nel giorno fatidico, invece, diminuisce del 15% rispetto al mese precedente. Stessa cosa in Inghilterra (nessuna differenza al momento del suono della campanella, +130% dal giorno dopo), in Olanda (ad Amsterdam, sempre dal giorno successivo, +182%) e in Francia (+170 sempre dal giorno dopo).

 Nel 2012 i francesi hanno registrato un congestionamento stradale pari a zero proprio nel giorno della riapertura delle aule scolastiche. Mentre a Madrid il giorno X registra un +182%, ma dal giorno dopo gli ingorghi aumentano di oltre il 400%, mentre a Barcellona l’aumento è del 170%".

Versione stampabile
anief anief
soloformazione