Primo giorno di scuola, Piccolotti (Verdi Sinistra): “Sempre gli stessi problemi. Valditara e Meloni hanno in mente la scuola del più forte”

WhatsApp
Telegram

“Un nuovo primo giorno di scuola per mio figlio Adriano e per tanti altri bambini e bambine. Sempre la stessa emozione, sempre la stessa frizzante atmosfera. Peccato che sempre gli stessi siano anche i problemi e le preoccupazioni di milioni di famiglie. Studenti e studentesse rientrano in plessi spesso fatiscenti, senza tempo pieno o prolungato, in classi pollaio, senza dotazioni indispensabili per l’apprendimento, con insegnanti malpagati o eternamente precari.”

Lo scrive su Instagram Elisabetta Piccolotti, dell’Alleanza Verdi Sinistra postando una foto in cui accompagna il figlio verso il primo giorno di scuola.

Tanti, troppi, hanno difficoltà con le spese per il libri, la mensa, i trasporti e le gite che verranno. Un primo giorno di scuola della marmotta, sempre uguale a se stesso. Colpisce l’immobilismo di un governo – prosegue l’esponente rossoverde della commissione cultura della Camera – che non ci prova nemmeno. Non c’è nessun tentativo, nessun percorso avviato per risolvere anche uno soltanto di questi problemi. La scuola che immaginano Valditara e il governo Meloni è di fatto la scuola del più forte: chi può permetterselo si rafforza investendo in attività extra e servizi di qualità, chi non può resta indietro e magari finirà anche nel gorgo della dispersione scolastica. Una scuola pensata da ladri di futuro, che di fatto sancisce l’impossibilità di modificare le gerarchie sociali esistenti”.

Al Ministro Valditara e al governo della destra – conclude Piccolotti – la richiesta di confrontarci in Parlamento. Abbiamo tante proposte per rendere la scuola un’istituzione più accogliente e più giusta, ascoltateci”.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta