Prima pronuncia cautelare su esclusione dallo scrutinio finale per superamento limite assenze

di Lalla
ipsef

da Diritto Scolastico.it – Trattasi di una delle prime pronunce (di tipo meramente cautelare) con le quali la giustizia amministrativa si confronta con la nuova normativa introdotta col D.P.R. 22.06.2009, n. 122, che all’art. 14 stabilisce un tetto massimo delle assenze del 25%, ai fini della partecipazione allo scrutinio finale.

da Diritto Scolastico.it – Trattasi di una delle prime pronunce (di tipo meramente cautelare) con le quali la giustizia amministrativa si confronta con la nuova normativa introdotta col D.P.R. 22.06.2009, n. 122, che all’art. 14 stabilisce un tetto massimo delle assenze del 25%, ai fini della partecipazione allo scrutinio finale.

In realtà, la norma in esame prevede la possibilità di derogare al limite previsto in casi di patologie che determino assenze continuative, come meglio evidenziato dalla C.m. esplicativa n.20/2011.

E’ ciò che si è verificato nel caso in esame, ragion per cui il Presidente del Tar Emilia Romagna, con decreto ex art. 56 c.p.a., ha disposto l’ammissione del ricorrente allo scrutinio finale dal quale era stato escluso.

Avvocato Francesco Orecchioni

Tar Bologna, n. 548/2011 R.P.C.

www.dirittoscolastico.it

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione