Prevenire i traumi alle mani dei bambini a scuola: parte una campagna informativa

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Ogni anno circa 30 mila bambini sono ricoverati in ospedale per traumi alla mano, secondo i dati del Siniaca, il "Sistema informativo nazionale sugli incidenti in ambiente di civile abitazione" dell’Istituto Superiore di Sanità, e le informazioni sulle schede di dimissioni ospedaliere che arrivano al Ministero della Salute.

Red – Ogni anno circa 30 mila bambini sono ricoverati in ospedale per traumi alla mano, secondo i dati del Siniaca, il "Sistema informativo nazionale sugli incidenti in ambiente di civile abitazione" dell’Istituto Superiore di Sanità, e le informazioni sulle schede di dimissioni ospedaliere che arrivano al Ministero della Salute.

La maggior parte degli infortuni alle mani dei bambini avviene a casa, durante il tempo libero, ma anche sui banchi di scuola."I traumi alla mano più frequenti sono dovuti a ustioni, cadute, ferite da taglio e schiacciamenti — riferisce Alessio Pitidis, direttore del reparto Ambiente e traumi dell’Istituto superiore di sanità e responsabile del Siniaca —. Gli esiti possono essere anche gravi: la perdita della funzionalità di una mano o di un dito comporta una riduzione delle abilità, con possibili conseguenze su un lavoro futuro e sulle relazioni sociali".

E’ per questo che il "Gruppo di studio per la prevenzione degli infortuni alla mano" della Società italiana di chirurgia della mano (Sicm, ha promosso la Campagna nazionale di prevenzione "Mani sicure", che durerà tre anni.

La campagna di prevenzione prevede la pubblicazione di un opuscolo, un pieghevole a fumetti, dal titolo "Colora e impara a riconoscere i pericoli", che illustra in modo semplice ed efficace le situazioni e gli strumenti più rischiosi per le mani.Grazie a un protocollo firmato con il Ministero dell’Istruzione, da settembre l’opuscolo sarà diffuso nelle scuole."Serve ad aiutare i bambini a percepire, attraverso i disegni, le insidie più comuni in cui potrebbe incorrere a casa o a scuola, mentre giocano o fanno sport — spiega Andrea Leti Acciaro del Policlinico di Modena e coordinatore del Gruppo di prevenzione per gli infortuni alla mano della Sicm — . Un altro opuscolo, pensato per gli adulti, è una sorta di vademecum sui principali pericoli per le mani, con i consigli per evitarli e gli interventi giusti da adottare se il piccolo si fa male".

Per promuovere la prevenzione dei traumi alla mano, da giugno si svolgeranno incontri con i chirurghi nelle scuole, negli oratori, nelle polisportive di 40 città.

Versione stampabile
anief
soloformazione