Prevedere i PAS per chi ha partecipato al concorso straordinario bis. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviata da Angelo Marino Grella – Ho letto il vostro articolo del giorno 3 c.m. sull’emendamento presentato da Fratelli d’Italia al DL aiuti quater, con il quale si chiede lo scorrimento delle graduatorie per tutti i partecipanti al concorso straordinario bis della scuola.

Evidentemente si vuole mettere una “pezza”, anche se a mio avviso molto debole, ad una procedura concorsuale basata fondamentalmente sulla fortuna.

Eh si, proprio sulla fortuna di aver azzeccato la regione con un basso numero di partecipanti che, in taluni casi, si è rivelato addirittura al di sotto dei posti messi a concorso con il risultato che alcuni colleghi si ritroveranno di ruolo, per il solo fatto di aver presentato istanza di partecipazione, senza avere avuto nemmeno la preoccupazione di doversi preparare per affrontare la prova.

Chi, invece, non ha indovinato la regione giusta, e non è riuscito a collocarsi in posizione utile in graduatoria, resterà con un pugno di mosche, stante il fatto che la procedura concorsuale non prevede nemmeno l’abilitazione.

Mi sono chiesto più volte come sia stato possibile bandire un concorso così iniquo; perché non è stato previsto un punteggio minimo, superato il quale si avrebbe conseguito almeno l’abilitazione, come è stato già fatto per il primo concorso straordinario?

Se l’idea era quella di accelerare i tempi per avere gli insegnanti in cattedra già a settembre l’obiettivo non è stato affatto centrato, considerato che in alcune regioni le prove non si sono ancora concluse.

A questo punto voglio augurarmi che questo nuovo governo provveda in qualche modo a sanare questa situazione ingiusta prevedendo per lo meno dei percorsi abilitanti speciali per coloro che hanno partecipato al concorso, i famosi PAS, tanto sbandierati da qualche esponente politico del centro-destra, ma che adesso sembrano finiti nel dimenticatoio.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur