Presunti maltrattamenti agli alunni, il pm chiede 1 anno e 8 mesi, ma il giudice assolve la maestra: “Il fatto non sussiste”

WhatsApp
Telegram

Il Tribunale di Sassari ha assolto una maestra dalle accuse di maltrattamenti nei confronti di sei alunni della scuola d’infanzia dove ha prestato servizio.

Come segnala l’Unione Sarda, la sentenza “assolta perché il fatto non sussiste” ha rivelato la mancanza di fondamento delle accuse rivolte alla 65enne, ora in pensione, riguardanti presunti episodi risalenti al 2014.

Le accuse, particolarmente gravi, avevano originato una richiesta di condanna da parte del pubblico ministero, che aveva chiesto un anno e otto mesi di reclusione per l’imputata. Gli episodi descritti nelle accuse comprendevano presunti schiaffi, trascinamenti per le orecchie, lanci di bottigliette di plastica e insulti rivolti ai piccoli alunni.

L’avvocato difensore dell’imputata, ha sottolineato una fondamentale distinzione, evidenziando come i ricordi dei piccoli fossero in realtà memorie condivise, non dirette, e pertanto non attendibili. La distinzione ha contribuito a delineare un quadro più chiaro della situazione, mettendo in luce la possibilità di influenze esterne sulla percezione dei bambini riguardo agli eventi in questione.

La giudice si è infine pronunciata per l’innocenza della maestra, restituendole, come ha commentato l’avvocato, la dignità che le era stata tolta dalle accuse.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: corso di formazione Eurosofia. Webinar di presentazione il 26 luglio ore 17.00