Presto tavolo regionale per i problemi della scuola nelle piccole isole siciliane

WhatsApp
Telegram

L’assessore regionale all’istruzione e alla formazione professionale della Sicilia si é recato ad Ustica in rappresentanza del governo regionale per conoscere, dopo le disfunzioni segnalate all’avvio dell’anno scolastico, quali criticità affliggano il sistema scolastico usticese.

Ne parla l’Ansa.

Ricordiamo il disagio vissuto dalle scuole di Ustica: non sono ancora stati nominati i tre assistenti amministrativi e cinque dei sette componenti dei collaboratori scolastici.

Le assenze di personale non permettono l’apertura delle scuole, con grave danno per gli studenti.

“Ho visitato i plessi scolastici dell’Isola constatando una situazione fatta di incompiute e di inevitabili restrizioni al quotidiano esercizio al diritto allo studio. Una situazione complessa – spiega Lagalla – sia per quanto riguarda la fruibilità dell’offerta didattica che per quanto concerne lo stato dell’edilizia scolastica. Con l’amministrazione comunale e con la dirigenza scolastica abbiamo avviato serio un confronto, individuando sin da subito alcune iniziative di supporto e di potenziamento alla didattica che potranno essere avviate già nei prossimi mesi”.

In questa direzione ed in relazione alla peculiarità della situazione scolastica delle isole minori della Sicilia, l’assessore Lagalla proporrà al presidente Musumeci di istituire un tavolo regionale, con il coinvolgimento dell’Ufficio Scolastico Regionale, per la specifica trattazione dei problemi dell’istruzione scolastica nelle isole.

L’obiettivo sarà quello di individuare azioni efficaci per garantire l’adeguata fruibilità del percorso formativo, garantendo ambienti scolastici idonei alle loro finalità educative.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur