Presidi: non sono esclusi nuovi lockdown, rendere più efficace didattica a distanza

Stampa

Il Presidente dell’ANP Antonello Giannelli condivide la scelta del Presidente Conte di riaprire le scuole a settembre, annunciata questa stamattina in un’intervista a Repubblica.

Significherebbe che la situazione in Italia sarà sotto controllo e che potremo finalmente far tornare a scuola, in sicurezza, gli alunni e il personale, riappropriandoci così della relazionalità in presenza che è componente essenziale della didattica. Chiediamo, però, che si intervenga rapidamente con interventi di rilevanza strategica, come quelli per ampliare ovunque le infrastrutture digitali e per mettere in sicurezza gli edifici scolastici, cogliendo l’occasione dell’assenza degli alunni.

In ogni caso – conclude il Presidente dell’ANP – finché non disporremo del vaccino non possiamo escludere futuri lock-down e, quindi, dobbiamo intervenire subito per rendere più efficace la DAD e per diffondere la cultura dell’innovazione didattica, senza affidarci solo al senso di responsabilità e alla capacità di fronteggiare l’imprevisto encomiabilmente dimostrati dai dirigenti e dal personale docente e amministrativo. Dobbiamo trasformare questa crisi in opportunità di ammodernamento di tutto il sistema educativo, anche dal punto di vista pedagogico”.

Giuseppe Conte: a scuola a settembre, è in gioco salute dei nostri figli ed età media docenti elevata

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur