Presidi Liguria: usare mascherina, si rischia la fuga dei docenti per malattia

“Se non c’è il distanziamento bisogna usare la mascherina. Chi sostiene che si può stare senza non può decidere di creare un danno agli altri. Secondo lei a ricreazione i ragazzi osserveranno un metro di distanza?”. Lo dichiara Angelo Capizzi, presidente genovese dell’associazione nazionale presidi.

A preoccupare, scrive Ivg.it, non sono tanto i bambini delle scuole primarie quanto i ragazzi degli istituti superiori. “Sono stati in vacanza, in situazioni di promiscuità. E’ chiaro che lì il rischio di contagio sarà maggiore”, osserva ancora Capizzi.

C’è poi la questione dei lavoratori fragili a preoccupare e che potrebbe portare alla mancanza di altri docenti oltre ai mille che già mancano all’appello in Liguria.

Molti insegnanti superano i 55 anni di età. “L’età media si aggira proprio sui 50-55 anni”, spiega Monica Capra della Cisl Scuola Liguria.”Se una persona viene individuata come fragile poi come deve essere collocata nel comparto scuola? Se fosse vera questa equazione, significherebbe che buona parte del personale sarebbe a rischio”.

Tutto ciò potrebbe portare a una “fuga di massa“, pensano i dirigenti scolastici. “E’ chiaro che prima con un normale raffreddore si veniva a lavorare, ora probabilmente si rimarrà a casa. Ma quei docenti poi come saranno sostituiti? Dovremo avere la possibilità di chiamare molti supplenti”, ribatte Capizzi. Molti docenti andranno più spesso in malattia.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia