Preside vieta unghie lunghe e piercing: “Per ragioni di sicurezza nelle lezioni di educazione fisica”. Gli studenti disertano le lezioni

WhatsApp
Telegram

In un liceo della Sardegna gli studenti sono in sciopero da lunedì. Il motivo è presto detto: “La dirigente ci vieta piercing e unghie lunghe”, tuona una studentessa: “Siamo quasi sotto dittatura, non possiamo neppure fare la ricreazione. Torneremo in aula solo quando avremo strappato alcune concessioni”.

La preside, però, si difende: “Applico protocolli che non ho deciso da sola e che si attengono alle normative ministeriali, per prevenire i contagi. E per unghie lunghe e piercing, è solo un fatto di sicurezza nelle ore di educazione fisica”.

Dei circa 500 iscritti al liceo, l’80% ha deciso per il pugno duro: “Andremo avanti fino a sabato, siamo convinti delle nostre ragioni, non possiamo indietreggiare proprio ora. Abbiamo preso accordi con la questura per un’ulteriore grande manifestazione, il 4 dicembre. Non ci limiteremo al presidio davanti alla scuola, quel giorno bloccheremo l’intera via”.

La preside spiega: “La decisione è stata presa dal nostro dipartimento di Scienze motorie. I docenti hanno stabilito che è pericoloso fare attività sportiva con le unghie lunghe. Nel recente passato ci sono già stati incidenti, alcune studentesse si sono fatte male. Poi, va detto che nelle mani le ragazze d’oggi hanno veri e propri artigli”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur