Preside senza laurea, per il giudice non c’è stata truffa, chiesta archiviazione

WhatsApp
Telegram

Si avvia a conclusione il processo contro l’ex sindaco di Treviglio che insegnò per anni al centro Salesiano don Bosco, di cui è stato anche preside, ma senza aver mai conseguito una laurea e falsificando un certificato d’attestazione del conseguimento del massimo titolo di studio.

Il pubblico ministero ha deciso di presentare al giudice per le indagini preliminari la richiesta di archiviazione. Ne parla il quotidiano Bergamo News.

Secondo il sostituto procuratore della Repubblica di Bergamo la truffa aggravata non c’è in quanto il docente ha comunque lavorato e guadagnato lo stipendio, mentre il falso ideologico è andato in prescrizione prima ancora dell’apertura dell’inchiesta.

Rimane il danno morale che è di competenza del giudice civile.

Il caso era scoppiato nel 2015 con alcune dichiarazioni rese al Corriere di Bergamo sulla mancanza di laurea; successivamente ha presentato le dimissioni immediate prima da preside e docente dei Salesiani, poi, a dicembre 2015, da sindaco di Treviglio.

L’istituto trevigliese presentò una denuncia con esposto in procura a Bergamo, così come l’Ufficio scolastico provinciale.

Nel frattempo l’ex primo cittadino trevigliese, lo scorso 24 febbraio ha conseguito la laurea in Lettere classiche, ultimando i quattro esami mancanti e discutendo la tesi all’Università Cattolica di Milano, dove aveva “congelato” i suoi studi nel 2001.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur