Preside scarcerata rientra a scuola, docenti protestano all’USP anche per destituzione collaboratore

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Preside, arrestata e scarcerata, è ritornata a scuola tra le proteste dei docenti.

Dirigente scolastico arrestato, utilizzava per scopi personali l’auto della scuola

Scarcerata la preside che ha usato macchina scuola: era in servizio

La protesta

Una ventina di insegnanti, infatti, come riferisce l’Ansa, hanno protestato davanti all’USP di Imperia contro il reintegro della dirigente scolastica e contro la destituzione del primo collaboratore.

La destituzione del primo collaboratore

La destituzione dall’incarico è avvenuta in quanto il docente collaboratore sarebbe stato tra coloro che hanno accusato la dirigente e collaborato con i carabinieri.

Queste le parole della Preside:

Ma secondo lei, posso tenere al mio fianco, come primo collaboratore con incarico fiduciario, una persona che assieme al provveditore Lenti voleva sbattermi in galera, raccontando falsità? E dire che era pure il mio figlioletto, lo avevo preparato per l’esame da preside“.

Dimissioni dei docenti dal Consiglio di Istituto

I suddetti docenti, che hanno protestato davanti all’Ufficio provinciale, avrebbero anche l’intenzione di dimettersi dal Consiglio di istituto (quelli che ne fanno parte).

Al momento non mi risulta nulla. Vedremo alla prossima riunione, entro fine mese, se manca il numero legale o se presenteranno lettere di dimissioni. Per ora vado avanti“, conclude la Preside.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione