Presa Diretta. I precari che non saranno assunti. Più tagli che investimenti

WhatsApp
Telegram

Riccardo Iacona, nel suo "Presa diretta" mette a nudo la natura degli investimenti previsti dalla riforma della scuola. Investimenti che nascono tagli. La questione dei precari ed in particolari coloro che non saranno assunti.

Riccardo Iacona, nel suo "Presa diretta" mette a nudo la natura degli investimenti previsti dalla riforma della scuola. Investimenti che nascono tagli. La questione dei precari ed in particolari coloro che non saranno assunti.

Niente di nuovo per i lettori di OrizzonteScuola.it. "Presa diretta", in onda in questo momento, svela quanto già la nostra redazione aveva evidenziato. Anche il miliardo di investimenti per assumere i precari è una farsa. Infatti, se da un lato si dà, dall'altro si prende.

Ad illustrare il conto, il segretario della FLCGIL Domenico Pantaleo che mette in evidenza come la cancellazione degli scatti produrrà un risparmio di 380 mila euro l'anno, cui si aggiungono tutti i tagli previsti nella Legge di Stabilità. Insomma, alla fine i tagli saranno più degli investimenti.

Affrontata anche la questione dei precari della scuola ed in particolare quella della seconda fascia delle GI, i cui iscritti rischiano di non lavorare più a causa del taglio delle supplenze. In realtà, dicono gli intervistati, la Buona scuola non elimina il precariato.

Iacona ha voluto sottolineare, però, che i vincitori del concorso si dicono a favore della riforma e che nella scuola si entra attraverso il concorso.

Nel complesso la situazione è stata presentata come una guerra (tra poveri), che vedrà vincitori e molti sconfitti. 

Riforma. Presa Diretta: i protagonisti non ci stanno, da Faraone a Fusacchia, dalla Malpezzi alla Puglisi. I tweet

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur