Presa di servizio differita all’anno successivo: ecco quando si può

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’USR Lazio ha pubblicato una circolare in cui fornisce chiarimenti in merito ad eventuali richieste di differimento della presa di servizio da parte di docenti, che abbiano ottenuto una proposta di assunzione a tempo indeterminato.

Si può differire la presa di servizio per cause riconducibili alla necessità di regolarizzare rapporti di lavoro in essere al momento della nomina ed incompatibili con l’assunzione in ruolo (ad esempio per le situazioni di chi ha la necessità di fornire al precedente datore di lavoro il preavviso in caso di dimissioni volontarie) o di dismettere attività imprenditoriali o commerciali.

Il differimento ha una durata pari all’anno scolastico e non è ulteriormente prorogabile, in quanto concesso unicamente al fine di permettere
al lavoratore di regolarizzare la sua posizione lavorativa.

Se al termine del periodo di differimento previsto non si assume servizio, si decade dalla nomina.

circolare

Versione stampabile
anief banner
soloformazione