Premio Nobel per la pace ai giornalisti Maria Ressa e Dmitry Muratov: hanno difeso la libertà di espressione

Stampa

Il premio Nobel per la pace 2021 è stato assegnato a due giornalisti, la filippina Maria Ressa e il russo Dmitry Muratov. Entrambi sono impegnati nella difesa della libertà di espressione, definita dal Comitato del Nobel come precondizione per la democrazia e per una pace duratura.

Maria Ressa, co-fondatrice di Rappler, sito di giornalismo investigativo, “usa la libertà di espressione per esporre l’abuso di potere, l’uso della violenza e il crescente autoritarismo” nelle Filippine. Muratov, direttore di Novaya Gazeta, si è rifiutato di abbandonare la politica seguita dal periodico russo, difendendo l’indipendenza e i diritti dei giornalisti.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur