Premio Nobel per la Pace 2018 a Nadia Murad

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Festival dei Diritti Umani – Il Festival dei Diritti Umani è orgoglioso di aver dedicato la sua prima edizione nel 2016 alla violenza contro le donne, scegliendo proprio Nadia Murad come testimone e simbolo di questa denuncia. Di lei abbiamo apprezzato non solo il coraggio nell’affrontare i postumi di quelle violenze, ma anche l’instancabile tentativo di trovare soluzioni pacifiche dopo il conflitto.

Nadia Murad sta dedicando la sua giovane vita al suo popolo, gli yazidi, alla battaglia per il riconoscimento del genocidio attuato nei loro confronti e alla ricostruzione di una convivenza in quelle aree martoriate dalle violenze di Daesh.

Sulle sue spalle – come s’intitola il documentario di Alexandria Bombach a lei dedicato – pesa davvero il dolore millenario degli stupri come arma di guerra, ma anche la resilienza delle donne, che viene finalmente riconosciuta.

Ai vincitori del Premio Nobel per la Pace 2018 va il ringraziamento anche del Festival dei Diritti Umani, perché è grazie a persone come loro che possiamo sperare in un futuro migliore.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione