Scuola e integrazione. Il premier Renzi propone lo ius soli temperato per la cittadinanza ai minori stranieri

WhatsApp
Telegram

Dopo l'approvazione della legge di Stabilità e la riforma elettorale, Matteo Renzi vuole approvare la legge relativa alla cittadinanza ai figli degli stranieri nati in Italia, passando dallo ius sanguinis allo ius soli, anche se temperato.

Dopo l'approvazione della legge di Stabilità e la riforma elettorale, Matteo Renzi vuole approvare la legge relativa alla cittadinanza ai figli degli stranieri nati in Italia, passando dallo ius sanguinis allo ius soli, anche se temperato.

Con lo ius soli temperato si intende attribuire la cittadinanza italiana ai minori stranieri a conclusione di un ciclo scolastico: la scuola dell’obbligo oppure la scuola secondaria superiore, se i minori stranieri arrivano in Italia in età adolescenziale.

Durante la trasmissione di Barbara D’Urso a Domenica Live su Canale 5, Renzi ha affermato: “Dopo la legge elettorale il governo ha intenzione di portare da gennaio in parlamento il tema delle unioni civili, quello della cittadinanza ai bambini nati in Italia da genitori stranieri e quello delle facilitazioni per le associazioni del terzo settore”.
 L'agenda di governo prevede che il disegno di legge inizi il suo percorso alla Camera prima di fine anno, mentre il Senato dovrà occuparsi di unioni civili, per poi diventare legge nel 2015.

Intanto Marilena Fabbri del Pd e  Annagrazia Calabria di FI stanno studiando un testo unico  sulla materia da portare in aula come relatrici.

Per il Movimento5Stelle, invece,la regola attualmente esistente della cittadinanza acquisita dopo il compimento della maggiore età avrebbe potuto essere cambiata "solo attraverso un referendum" nel quale si sarebbe dovuti spiegare bene agli italiani "gli effetti di uno ius soli dalla nascita".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur