Pregliasco: “Misure troppo soft, rischio di pagar dazio a Natale. La scuola va comunque preservata”

Stampa

Nel nuovo Dpcm sono inserite “misure soft, e si fa appello al buonsenso dei cittadini. Il rischio  però è che, se la situazione peggiora, gli effetti più pesanti li  vedremo a Natale”.

A temere un “Natale pesante” è il virologo dell’Università degli Studi Fabrizio Pregliasco, che parlando con
l’Adnkronos si dice “convinto comunque che la scuola vada preservata. Per farlo è utile ‘sgonfiare’ un po’ i trasporti  potenziando lo smartworking e adottando la didattica a distanza per i  più grandi, penso agli ultimi anni del liceo e all’università, e mantenendo in classe i più piccoli”.

Quanto al lavoro, “la filiera della ristorazione è a rischio e al  Governo spetta il compito di assicurare un ristoro a questi  lavoratori”. Questo comunque “è un momento cruciale: se non riusciamo a frenare la corsa del virus, il rischio è che a Natale pagheremo dazio. E’ vero, i morti sono ancora pochi, ma si tratta di morti
evitabili”, aggiunge il virologo. Infine “la misura sulle palestre: mi sembra un po’ sghemba. Mi chiedo chi controllerà fra una settimana se le cose sono a posto?”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia