Precisazioni sulle domande di Utilizzazione – Assegnazioni ATA e i MODELLI da allegare al Mod. UN

Di

di Giovanni Calandrino – Ecco i modelli da allegare alla domanda per la valutazione delle esigenze di famiglia ai fini delle assegnazioni provvisorie e alcune precisazioni sulle utilizzazioni del personale ATA.

di Giovanni Calandrino – Ecco i modelli da allegare alla domanda per la valutazione delle esigenze di famiglia ai fini delle assegnazioni provvisorie e alcune precisazioni sulle utilizzazioni del personale ATA.

A sostegno del punteggio per le utilizzazioni dichiarato sulle domande non è necessario allegare alcuna documentazione in quanto la valutazione dei titoli (come recita l’art. 1 comma 7 del CCNI del 26.03.2014) relativi alle utilizzazioni del personale A.T.A. è formulata da ciascuna istituzione scolastica in cui detto personale presta servizio. Nel caso in cui l’istituto di titolarità non coincida con l’istituto di servizio, sarà competenza di quest’ultimo provvedere alla valutazione della domanda, acquisendo eventualmente dall’istituto di titolarità ogni utile elemento di conoscenza. La valutazione è effettuata considerando i titoli posseduti entro il termine previsto per la presentazione delle domande, secondo le tabelle allegate al C.C.N.I. concernente la mobilità del personale della scuola sottoscritto in data 26 febbraio 2014 per le parti relative ai trasferimenti d’ufficio con le seguenti precisazioni e integrazioni:

  • nei titoli di servizio, va valutato anche l’anno scolastico in corso;
  • per ottenere il punteggio per il comune di residenza dei familiari, è necessario che i medesimi vi risiedano effettivamente, con iscrizione anagrafica, da almeno tre mesi alla data stabilita per la presentazione delle domande;
  • l’età dei figli è riferita al 31 dicembre dell’anno in cui si effettuano le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie;
  • in caso di parità di precedenze e di punteggio prevale chi ha maggiore anzianità anagrafica;
  • l’espressione “servizio pre-ruolo” di cui alla prima riga della nota (3) della citata tabella è sostituita dall’espressione “servizio non di ruolo o di altro ruolo riconosciuto o riconoscibile”.

Relativamente, invece, alle situazioni previste per il riconoscimento delle precedenze nelle operazioni e per l’attestazione dei requisiti richiesti per le assegnazioni provvisorie è necessario presentare le dichiarazioni personali sostitutive delle certificazioni secondo quanto stabilito dall’art. 9 del C.C.N.I. 26.2.2014 e dell’art. 4 dell’O.M. 28.2.2014, n. 32 sulla mobilità, salvo i casi in cui è obbligatorio allegare una certificazione espressamente prevista dal suddetto CCNI e dall’Ipotesi di CCNI del 26.03.2014 sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie.

Allora, ecco un modello completo di:

  • SCHEDA PER LA VALUTAZIONE DELLE ESIGENZE DI FAMIGLIA AI FINI DELLE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE;
  • DICHIARAZIONE PERSONALE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE.

Ricordo che, il Modello UN e i due Modelli di Certificazione sopra citati, vanno presentati entro il 12 agosto 2014.

Le domande vanno presentate:

  • All’Ufficio Territoriale di Titolarità per il tramite dell’istituto di servizio (se si richiede assegnazioni o utilizzazione sulla propria provincia di titolarità);

In caso di richiesta ad altra provincia:

  • All’Ufficio Territoriale della provincia richiesta e, per conoscenza all’Ufficio Territoriale della provincia di titolarità.

Allegato 5 – Tabella per le assegnazioni provvisorie per il personale ATA

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!