Precario storico in quarantena: e ora come la mettiamo con il concorso? Lettera

Stampa

Buongiorno, mi trovo in quarantena fiduciaria da tre giorni, non posso uscire di casa, ma per fortuna ho i mezzi e la possibilità di fare lezione a distanza, e meno male, poiché nella mia classe di concorso non ci sono alternative efficaci.

Proprio così, un supplente non si trova neanche col “lanternino” come si dice da noi, nella mia classe di concorso e in questa provincia, non ci sono dunque specializzati che hanno anche lavorato nell’ambito in cui insegnano (come il sottoscritto) e mancava, fino a nove anni fa un liceo che sfornasse la mia tipologia di materia, perché sono stato io il primo a inaugurare (nove anni fa) il primo indirizzo di questo tipo, e cinque anni fa inaugurai un altro indirizzo con cui si sarebbe potuto accedere ai livelli successivi di accademia o università, poiché inizialmente mi presero fuori dalle graduatorie (non c’erano appunto persone in graduatoria, quindi guardarono il mio curriculum e le mie competenze effettive), poi finii primo in graduatoria una volta aperte, con i miei anni di servizio sono a 60 punti dal secondo nella mia provincia.

Ho avuto una “inaspettata” continuità’ didattica per cinque anni sui miei dodici d’insegnamento, ma sono un precario, ebbene si, un precario che deve fra pochi giorni fare il concorso straordinario,perderò la possibilità’ di una vita, dei miei 12 anni migliori dedicati alla scuola.
Questo non è giusto, ci devono essere delle prove suppletive, altrimenti rimandatelo.

Le rinunce che vi sono state è probabilmente per professori che come me sono in quarantena, se non malati, contagiati, positivi, non vi pare strano che un concorso che mette a disposizione un posto ogni due insegnanti sia lasciato andare, tentare dovrebbe comunque, anche se non è preparatissimo?Continuo a ribadire che ci sono istituti in cui entreranno 1100 persone e gli studenti rimarranno a casa, un disagio dopo l’altro.
Questo è un concorso fatto male, non lo vuole nessuno, se non la Azzolina per un’assurda e ingiusta ripicca per affermare il suo potere, tutto qui’, e le spese le paghiamo noi, genitori, alunni,insegnanti, Italia.

Questo concorso straordinario non risolverà un bel niente, i posti vacanti sono 250.000 DUECENTOCINQUANTAMILA assumere fra uno o due anni 20.000 precari (non saranno mai 32.000) , sarà perfettamente inutile, non risolverà nulla.
Fare adesso questo concorso ribadisco che NON risolverà nulla, anzi sarà un’ingiustizia.Almeno garantite fin da adesso delle prove suppletive, cosa diamine vi costa? Ma diciamola tutta, meno persone stabilizzano, e meglio è per il ministero, ormai è un dato di fatto comprovato da questi ultimi fatti, perché non stabilizzare tutti senza questa farsa di concorso?

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite