Precario per 10 anni, Miur deve risarcire mesi non lavorati e scatti di anzianità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un docente di matematica e informatica sarà risarcito dal Miur, in quanto ha stipulato contratti a tempo determinato per 10 anni consecutivi tra il 2003 e il 2012.

Tribunale di Brescia

Il docente in questione, come riferisce “Repubblica.it“, si era rivolto al Tribunale di Brescia che, nel 2016, accogliendo il ricorso , aveva dichiarato “illegittima la reiterazione dei rapporti a tempo determinato” e aveva condannato il Miur a versare al professore, a titolo di risarcimento, una somma pari alle mensilità non corrisposte con riconoscimento degli scatti di anzianità maturati nel corso del tempo. Dalla somma, ha stabilito ancora il Tribunale di Brescia, vanno detratti gli importi già versati all’insegnante “a titolo di ferie e di indennità di disoccupazione”.

TAR

A due anni della sentenza del succitato Tribunale, il docente si è rivolto al TAR di Brescia al fine di far eseguire la sentenza del predetto Tribunale.

Il TAR ha disposto che  il Miur dovrà versare la somma dovuta al professore, entro 120 giorni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione