Precariato. Supplenze per non più di 36 mesi su posti vacanti, Pittoni: sarà emergenza sociale

Stampa

Pittoni (Lega Nord) – Per Malpezzi è "disonesto" e "spaventa le persone" non chi fratre anni (se va bene) intende buttare l'esperienza in molti casi più che decennale di decine di migliaia di insegnanti precari a quel punto condannatialla disoccupazione magari con la responsabilità di una famiglia, ma chi segnala il problema e chiede risposte ai decisori politici. 

Pittoni (Lega Nord) – Per Malpezzi è "disonesto" e "spaventa le persone" non chi fratre anni (se va bene) intende buttare l'esperienza in molti casi più che decennale di decine di migliaia di insegnanti precari a quel punto condannatialla disoccupazione magari con la responsabilità di una famiglia, ma chi segnala il problema e chiede risposte ai decisori politici. 

Mi chiedo a cosa serva un Parlamento popolato da personaggi del genere…».

E' la replica di Mario Pittoni, responsabile Istruzione della Lega Nord, alla parlamentare del Pd, Simona Malpezzi, intervenuta alla Camera puntando il dito contro chi, dando voce alle preoccupazioni di tutto il personale scolastico precario, domandachiarimenti sul comma 131 della legge 107 (Buona scuola), il quale stabilisce che “i contratti di lavoro a tempo determinato… non possano superare ladurata complessiva di trentasei mesi, anche non continuativi”.

«Il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini – spiega Pittoni – continua a ignorare che inseguito a tale provvedimento nel mondo della scuola si profila un'autentica emergenza sociale. Da qui – conclude Pittoni – la nostra decisione di elaborareuna raffica di interrogazioni, ordini del giorno, mozioni e manifestazioni di sentimenti da presentare non solo in Parlamento ma pure nei Consigli regionalie comunali, per costringere il ministro a pronunciarsi sul problema».  

Supplenze per non più di 36 mesi su posti vacanti: si parte dal 1° settembre 2016

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur