Precariato, sul rinnovo delle graduatorie Gps il sottosegretario Sasso conferma la linea dell’Anief: niente slittamenti al 2023, i nuovi titoli non si tengono nel cassetto

WhatsApp
Telegram

Anief – Nessun ritardo al prossimo anno per l’aggiornamento delle Graduatorie per le supplenze: lo chiede anche il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso: “Questo – dichiara il rappresentante del Governo – , sia per consentire nuovi inserimenti, sia per dare la possibilità a chi ha acquisito titoli di poter aggiornare la propria posizione in graduatoria. Nelle prossime ore chiederò un tavolo su questo e spero di non trovare ostacoli in tal senso”, ha concluso Sasso.

Anief ha sempre sostenuto la necessità di non posticipare il rinnovo delle Gps, quindi si schiera con il sottosegretario confermando l’esigenza di avviare il prima possibile un tavolo di confronto, con rappresentanti dell’amministrazione, della politica e del sindacato, per decidere assieme come aggiornare le GPS e le Graduatorie d’Istituto e la loro naturale scadenza, quindi quest’anno.

“Chiediamo di rivedere l’ultima bozza di regolamento per le supplenze del 2022 – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché non si sono considerati i danni, al personale ma anche alla didattica, che si produrrebbero facendo slittare l’apertura della finestra delle graduatorie per le supplenze. Non comprendiamo per quale motivo chi ha conseguito dei titoli, come pure svolto dei periodi di supplenza, debba tenerli nel cassetto e non utilizzarli per migliorare la propria posizione nelle graduatorie utili per le assunzioni. Ancora di più perché lo prevede la legge e alla luce della pubblicazione delle disponibilità per una scelta consapevole delle sedi, nello stesso periodo in cui si aggiorneranno anche le GAE e ripartirà la Call veloce. I supplenti meritano rispetto, non rinvii”, conclude il presidente Anief.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur