Precariato scuola, le forze politiche vogliono eliminarlo: allo Stato potrebbe costare più di 800 milioni all’anno

WhatsApp
Telegram

Tutte le forze politiche nel proprio programma elettorale dedicato alla scuola prevede una risoluzione del problema del precariato della scuola. Ma quanto potrebbe costare l’operazione allo Stato?

Alcuni calcoli sono stati effettuati da Tuttoscuola: eliminare il precariato nella scuola costerebbe alle casse dello Stato almeno 600 milioni di euro all’anno, nel caso venisse portato a livelli fisiologici, e più di 800 milioni per azzerarlo.

I dati più recenti del precariato nelle scuole statali – spiega Tuttoscuola – sono pubblicati ufficialmente sul Portale dati del Ministero dell’istruzione per l’anno scolastico 2020-21 e riguardano in tutto 212.407 docenti con contratto a tempo determinato, di cui 65.187 (il 30,7%) con supplenza annuale su posto vacante o disponibile, e altri 147.220 (il 69,3%) con supplenza fino al termine delle lezioni, ossia al 30 giugno.

Pertanto, facendo una stima sulla base dei dati appena riportati, l’eliminazione del precariato mediante stabilizzazione dei 147.220 supplenti con contratto fino al 30 giugno costerebbe oltre 823 milioni di euro.

Per gli altri 65.187 supplenti annuali che nel 2020-21 occupavano altrettanti posti vacanti e disponibili la stabilizzazione passa dai concorsi e dalle graduatorie GAE.

Se si volesse portare il livello di precariato a livello fisiologico, occorrerebbe stabilizzare circa 107 mila supplenti precari per una spesa complessiva di circa 600 milioni di euro. 

I partiti, cosa prevedono?

Riportiamo le parti dei programmi in cui viene affrontata la questione.

Possibile

Concorsi ogni 2 anni

Lauree magistrali a indirizzo didattico.

Verdi e sinistra

Superamento del precariato e sulla formazione dei docenti. Serve una riforma che vada in tutt’altra direzione: garantire percorsi lineari e costanti per un lavoro stabile e una formazione rigorosa, seria e gratuita

Unione popolare

Stabilizzazione dei precari con almeno 36 mesi di servizio.

Lega

Potenziamento numero insegnanti di sostegno con specializzazione

Superare il precariato così come previsto dal DDL 1920 presentato dal senatore Mario Pittoni

Fratelli d’Italia

Anche per Fratelli d’Italia bisogna valorizzare la professione del docente. Come? Attraverso il “contrasto al precariato storico e alla discontinuità didattica”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur