Precariato. Chimienti (M5S): Il PD non è riuscito a chiudere le GaE, i precari a rischio lavoro da settembre

di redazione
ipsef

L'on. Silvia Chimienti del Movimento 5 Stelle ha incontrato il coordinamento nazionale dei docenti GAE. Lo racconta sul suo blog e  sulla sua pagina FB.

L'on. Silvia Chimienti del Movimento 5 Stelle ha incontrato il coordinamento nazionale dei docenti GAE. Lo racconta sul suo blog e  sulla sua pagina FB.

L'onorevole ricorda che non tutti i precari inclusi nelle GaE hanno presentato domanda di assunzione lo scorso anno e oltre 45mila docenti attendono ancora l'immissione in ruolo: tra cui i 23mila docenti dell’infanzia e coloro che si trovano nelle cdc in esubero come diritto, storia dell’arte, filosofia.

Denuncia che la riforma renziana non è riuscita ad eliminare le GAE, considerato che al loro interno ci sono decine di migliaia di docenti.

Il PD, continua la Chimienti, ha garantito le assegnazioni provvisorie a chi ha presentato domanda in fase C lo scorso anno: ma questo danneggerà gravemente coloro che non hanno presentato domanda di ruolo, ma hanno preferito attendere perché impossibilitati a cambiare regione o provincia, che rischiano quindi di non lavorare a settembre nemmeno su supplenze.

La Chimienti rinnova quindi l’impegno a rivedere di nuovo i precari a settembre e a studiare, insieme a loro, una proposta seria per le classi in esubero e per la mobilità, che ponga fine all'annosa questione del precariato.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione