Precari terza fascia: si alla selezione PAS, ma in uscita. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Licia Ricci – Spett.le Redazione OS, ne ho lette tante in questi giorni sulla questione dei DOCENTI PRECARI DI TERZA FASCIA e mi sento il dovere di esprimere la mia opinione, in quanto diretta interessata.

I DOCENTI PRECARI DI TERZA FASCIA, che hanno un titolo idoneo all’insegnamento (laurea), vitali per la scuola statale italiana in quanto permettono il suo funzionamento, chiedono la valorizzazione del loro servizio attraverso un percorso abilitante speciale come è sempre stato per i colleghi che li hanno preceduti (1). Non si negano pertanto né a una ulteriore formazione e né tanto meno alla selezione del percorso, ma in uscita, come è stato per i PAS.

Dal 2012 ad oggi le possibilità di abilitarsi sono state inferiori al fabbisogno reale della scuola statale italiana, inoltre dal 2014 non sono stati più attivati corsi abilitanti (2), limitando le opportunità professionali di questi lavoratori precari che non possono essere assunti a TI neanche nelle scuole paritarie (3).

Per l’Ue un docente con tre anni di servizio è considerato abilitato proprio secondo la direttiva 36/2005/CE e può esercitare la professione anche a TI, tranne in Italia.

Infatti per i paesi civili “l’esperienza insegna” l’uso delle metodologie, la gestione delle relazioni con gli studenti, le loro famiglie, i colleghi e soprattutto saggia quello che non può fare neanche un concorso, cioè l’attitudine e le capacità reali.

(1) Ordinanza Ministeriale 15 giugno 1999, n. 153; Ordinanza Ministeriale 7 febbraio 2000, n. 33; O.M. n. 1 del 2 gennaio 2001; Decreto Ministeriale 21 del 9 febbraio 2005 n. 21; Decreto n. 85 del 18 novembre 2005; DDG 58 del 25 luglio 2013 e DM 23 marzo 2013 (PAS).

(2) TFA (2012 e 2014), PAS (2013 ma per chi aveva 180×3 entro il 2012)
(3) art. 1 della Legge 62/2000 sulla parità scolastica

Auguro a tutti i lavoratori di veder riconosciuti i propri diritti. Buon primo maggio

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur