Precari di terza fascia graduatorie di istituto: ecco emendamenti per PAS e accesso al concorso senza abilitazione

Stampa

Gli emendamenti alla Legge di Stabilità sono stati presentati da Sinistra Italiana, sollecitati dall'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori.

Gli emendamenti alla Legge di Stabilità sono stati presentati da Sinistra Italiana, sollecitati dall'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori.

Ecco gli emendamenti

Dopo il comma 121, aggiungere i seguenti commi:

121-bis. Il comma 97, articolo 1, della legge 13 luglio 2015, n. 107 è cosi riformulato: «Con apposito decreto ministeriale è indetto, entro 6 mesi dall'entrata in vigore della presente legge, un tirocinio formativo attivo speciale per i soggetti di cui all'articolo 15, comma 17 del decreto ministeriale n. 249 del 2010, ovvero coloro che sono iscritti nella graduatoria ad esaurimento con riserva e per gli attuali iscritti nella terza fascia delle graduatorie d'istituto in possesso di un servizio prestato a tempo determinato pari o superiore a 180 giorni».

121- ter. Dopo il comma 97, articolo 1, della legge 13 luglio 2015, n. 107, è introdotto il seguente: «Comma 97-bis. Gli attuali iscritti nella terza fascia delle graduatorie d'istituto in possesso di un'anzianità di servizio prestato a tempo determinato pari a tre annualità, ovvero 3 annualità per 180 giorni di servizio su una medesima classe di concorso, ovvero in possesso di un servizio prestato a tempo determinato pari a due annualità su una medesima classe di concorso ed una annualità su altra classe di concorso, ovvero in possesso di un servizio prestato a tempo determinato pari a due annualità su una medesima classe di concorso ed una annualità per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, sono da considerarsi abilitati all'esercizio della professione di docente ai sensi della direttiva 36/2005/CE».

121-quater. Il comma 107, articolo 1, della legge 13 luglio 2015, n. 107, è sostituito dal seguente: Comma 107 – A decorrere dall'anno scolastico 2016-2017, l'inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto può avvenire esclusivamente a seguito del conseguimento del titolo di abilitazione e da parte di coloro che già figurano iscritti nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto negli anni 2014, 2015, 2016 e 2017».

121- quinques. Il comma 110, articolo 1, della legge 13 luglio 2015, n. 107, è sostituito dal seguente: «A decorrere dallo svolgimento del concorso pubblico di cui al comma 114, per ciascuna classe di concorso o tipologia di posto, possono accedere alle procedure concorsuali per titoli ed esami, di cui all'articolo 400 del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, come modificato dal Gomma 113 del presente articolo, i candidati in possesso del relativo titolo di abilitazione all'insegnamento, i candidati, non abilitati, purché in possesso di laurea conseguita entro l'anno accademico 2001-2002, i candidati attualmente iscritti nella terza fascia delle graduatorie d'istituto e, per i posti di sostegno per la scuola dell'infanzia, per la scuola primaria e per la scuola secondaria di primo e di secondo grado, i candidati in possesso del relativo titolo di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità.
Per il personale educativo continuano ad applicarsi le specifiche disposizioni vigenti per l'accesso alle relative procedure concorsuali. Ai concorsi pubblici per titoli ed esami non può comunque partecipare il personale docente ed educativo già assunto per posti e cattedre con contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato presso le scuole statali».

16. 164. Fassina, Gregori, D'Attorre, Giancarlo Giordano, Folino, Carlo Galli, Pannarale.

Il Prof. Pasquale Vespa, presidente Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori comunica che L'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori esprime profonda gratitudine verso quei politici, pochi, che stanno realmente interpretando il forte disagio umano e lavorativo in cui sono venuti a trovarsi i tanti docenti della Terza Fascia delle GI che ancora una volta, quest'anno, sono utilizzati come manovalanza a buon mercato da buttare via una volta che la vergognosa controriforma andrà a regime.

L'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori ringrazia il gruppo parlamentare Sinistra Italiana che, dopo l'incontro a Roma del 24 novembre scorso con gli onorevoli Monica Gregori, Alfredo D'Attorre, Giancarlo Giordano capogruppo commissione cultura SI, Annalisa Parannale commissione cultura, ha dato seguito alle istanze presentate dall'Associazione in tutela dei Diritti dei Lavoratori iscritti in Terza Fascia delle GI, redigendo e presentando 4 emendamenti alla Legge di Stabilità in discussione in questa settimana alla Camera dei Deputati.

Non abbiamo bisogno di titoloni in prima pagina o di dichiarazioni populistiche che aprono le porte a fantomatiche immissioni in ruolo ai docenti di terza fascia non abilitati ma con 36 mesi di precariato.

Abbiamo bisogno di concretezza e di non essere spazzati via da una controriforma che sta mostrando a tutti quanto sia dannosa per il sistema scolastico e per gli studenti, completamente dimenticati dall'azione di questo Governo.

Abbiamo accumulato punteggio sul SERVIZIO prestato, rivendichiamo il diritto ad essere riconosciuti abilitati se con almeno 3 annualità di servizio e chiediamo un nuovo percorso speciale così come è stato concesso ai nostri colleghi che hanno frequentato il PAS, in accordo con la direttiva 36/2005/CE e con la sentenza n. 2750/15 del Consiglio di Stato. Abbiamo diritto all'abilitazione per continuare quel lavoro svolto anche da oltre dieci anni da tanti di noi!

Ancora una volta esprimiamo solidarietà ai nostri colleghi di II^ fascia dimenticati da questo Governo che si ostina a chiamare Buona Scuola una Legge disastrosa che mostrerà il peggio di sè ancor più dal prossimo anno. Invitiamo TUTTI i colleghi ad unirsi nella lotta alla Buona Scuola di Renzi nel rispetto dei diritti di ciascuno.

L'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori chiede alle FORZE SANE e DEMOCRATICHE di questo Paese, di DESTRA e di SINISTRA, un atto di buon senso che dia serenità a migliaia di Lavoratori precari, consentendo l'attuazione di un nuovo percorso abilitante speciale che valorizzi in pieno il servizio prestato in questi anni nella Scuola Pubblica e la non cancellazione di fatto della terza Fascia delle GI.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata