Noi precari storici diplomati magistrali in GaE a pieno titolo chiediamo chiarezza. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Emanuela Parodi – Noi negli anni abbiamo rispettato la legge seguendo i percorsi preposti per poter accedere in GaE: concorsi,lauree ,corsi abilitanti.Ora tutti i nostri sacrifici risultano vani.

Molti Diplomati magistrali hanno un contratto a tempo indeterminato presso scuole comunali o paritarie ed esercitano con il solo solo diploma , ora , vengono inseriti nelle nostre graduatorie senza aver mai superato un concorso statale, mentre a noi non è consentito l’inserimento nelle graduatorie comunali per l’accesso al ruolo in quanto questo avviene solo tramite concorso: Due pesi, due misure?

Ma il punto di domanda è questo : come si è mai potuto accumulare in molti casi punteggi cosi’alti con anni di servizio presso scuole paritarie se con il solo diploma prima del 2014 non era possibile prestare servizio con il profilo contrattuale di “Docente Infanzia “? Il punteggio che si maturava era nullo in quanto non computabile ai fini del servizio statale .

Forse molte di queste persone avevano contratti da “Assistenti” fatti passare ora, per contratti ” Docenti Infanzia”? In tal caso il punteggio sarebbe nullo.

Tutto ciò fa emergere una serie di irregolarità e scorrettezze, nei confronti delle quali non si può soprassedere. Noi docenti storici della GAE chiediamo chiarezza e spiegazioni in merito.

Emanuela Parodi

GAE INFANZIA E PRIMARIA

Versione stampabile
anief
soloformazione