Precari, si infiamma il dibattito. Sasso: “Ma quale sanatoria, il M5S è in malafede, non saremo ostaggio”

WhatsApp
Telegram

“Ma quale sanatoria nella scuola? Se c’è qualcosa da sanare è l’atteggiamento illecito dello Stato che per anni ha abusato nella reiterazione dei contratti a termine, non la condotta dei lavoratori precari della scuola. Tutto questo ai sensi della normativa europea e nazionale”.

“Il M5S sbaglia volutamente a parlare di sanatoria, tentando di far passare come abusivi, furbetti, quasi mezzi delinquenti gli insegnanti precari che lavorano nelle nostre scuole da 5, 10 e a volte anche 20 anni che chiedono legittimamente di essere stabilizzati”. Lo scrive su Facebook il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso.

“Ma queste cose i grillini le conoscono bene, come le conosce chi tra loro tanto si oppone alla stabilizzazione dei precari mentre fino a pochi anni andava in giro dicendo le stesse cose che dico io e che dice la Lega. Piccola differenza: io non rinnego me stesso e non abbandono al loro destino centinaia di migliaia di professionisti e le loro famiglie, ma soprattutto non voglio che i diritti dei lavoratori continuino ad essere calpestati”.

“Basta con la malafede, basta con i giochetti. La Lega ha da tempo depositato proposte concrete, serie, attuabili per la stabilizzazione dei precari della scuola, che tengano conto sia dell’art. 97 della Costituzione sia del fantomatico ‘merito’ decantato dal movimento di Grillo. Basta con questa irresponsabilità. La Lega è più che disponibile al dialogo, siamo in un Governo di unità nazionale, ma non saremo ostaggio di chi vorrebbe bloccare tutto”, conclude Sasso.

Docenti precari, Pittoni (Lega): “Definire sanatorie gli attuali percorsi selettivi è da furbetti della comunicazione”

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”