Precari scuola prossimo anno si rischia il record, 200mila. Turi (UIL), fase transitoria per assumere a settembre

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

C’è una carenza di docenti per ricoprire le cattedre e con quota 100 la situazione si aggraverà, questo il nocciolo del problema delle cattedre vacanti con le quali il mondo della scuola rischia di scontrarsi a settembre.

A denunciarlo è Pino Turi, segretario UIL durante la manifestazione “Basta precarietà” organizzata davanti al Ministero.

Turi risponde risponde alle affermazioni del Ministro Bussetti di voler assumere 100mila precari.

“Non è una questione di numeri – dice – è una questione di procedure” ed anticipa un incontro con il Ministero. “Significa – afferma – che il Ministro ha intenzione di aprire una discussione”.

Bisogna, continua, mettere in campo soluzioni che consentano di “assumere in ruolo già da settembre con una fase transitoria. Se non si farà così difficilmente si darà risposta alla scuola”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione