Precari scuola, Bianchi: “Ogni docente al suo posto dal 1° settembre, immissioni in ruolo entro luglio, agosto per le supplenze”

Stampa

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, in un’intervista al Corriere della Sera, ha parlato anche della questione riguardante il precariato.

“Stiamo lavorando affinché ogni professore sia al suo posto fin dal primo settembre. Abbiamo anticipato a fine luglio l’immissione in ruolo, ed entro fine agosto si penserà alle supplenze”. 

Poi aggiunge: “Con il nuovo decreto Sostegni abbiamo avviato un piano di assunzioni da 70 mila posti per coprire le cattedre vacanti. Lo faremo con chi ha vinto i precedenti concorsi ed è nelle graduatorie, ma stiamo anche avviando nuove procedure concorsuali. Chi parla di sanatorie fa una critica ingiusta perché è un piano strutturato per dare spazio sia a chi già insegna e deve essere stabilizzato, sia ai giovani che vogliono insegnare. L’obiettivo è di istituire concorsi regolari annuali”.

Infine: “L’Europa ci chiede più insegnanti nelle materie Stem, ecco perché con il Sostegni bis abbiamo accelerato il concorso ordinario per assumere 3 mila insegnanti delle materie scientifiche che mancano, ma bisogna puntare anche sull’orientamento, ne stiamo ragionando con la ministra dell’Università Cristina Messa. Vogliamo che il mestiere di insegnante non sia una scelta residuale ma un percorso di vita, bisogna ridare dignità alla professione”.

Piano scuola d’estate, Bianchi: “Sono arrivate già 5800 istanze per progetti”. E sui banchi a rotelle: “Le scuole sanno come utilizzarli”

Maturità, Bianchi: “Valuteremo se replicare in futuro l’esame con la formula di quest’anno”

Concorso scuola, si tenta una sola volta per classe di concorso. La norma del Decreto Sostegni bis che già non piace ai precari

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur