Precari, Sasso (Lega): “Continuiamo l’impegno per la stabilizzazione nonostante l’opposizione ideologica del M5S”

Stampa

“L’ impegno per la stabilizzazione degli insegnanti precari e per il diritto alla mobilità dei colleghi di ruolo prosegue. Stiamo per depositare come Lega emendamenti per correggere il decreto sostegni”. Lo ha detto Rossano Sasso, sottosegretario all’Istruzione.

A differenza di altri noi restiamo coerenti e non abbandoniamo le nostre battaglie politiche, nemmeno quando sono molto difficili da realizzare. Ho detto chiaramente e lo ribadisco che si doveva fare di più ma in un Governo di unità nazionale che ha come priorità la salute, i vaccini e la riaperture (tutto sacrosanto) sulla scuola purtroppo è mancata la coesione, con l’ideologica opposizione del m5s che rifiuta ogni forma di mediazione. E questa furia ideologica ha un nome e cognome: Lucia Azzolina“, attacca il deputato della Lega.

L’ ex ministro, che è inconsolabile da quando è stata “allontanata” dall’area di Governo per i motivi ormai noti, continua a perseguitare il mondo della scuola facendo leva sui numeri che il m5s ha in Parlamento (ma non più nel Paese) con la complicità ed il silenzio del PD, che probabilmente ritiene più opportuno difendere l’alleanza con i grillini piuttosto che i diritti dei lavoratori“, prosegue Sasso.

E ancora: “Azzolina che quasi fa tenerezza quando, da ex titolare del dicastero, attacca il sottoscritto dimenticando che non sono io il Ministro e quindi ho poteri limitati, mentre risparmia chi detiene il vero potere decisionale. Una vera ossessione la sua nei miei confronti, che spesso ha provocato nei suoi seguaci la voglia di produrre insulti e minacce a me ed alla mia famiglia. Ma il m5s è questo …

A qualcuno farebbe comodo che la Lega uscisse dal Governo, abbandonando dunque tutto nuovamente nelle mani di Conte, Azzolina, Casalino e Toninelli e facendo ripiombare l’Italia nel baratro sociale ed economico.E invece noi restiamo in trincea e continuiamo a lottare e ci rialzeremo dopo ogni caduta“, insiste il sottosegretario.

In conclusione, Sasso dice: “Possiamo vincere o possiamo perdere, ma non volteremo mai le spalle alle nostre idee, ai precari ed a tutti i lavoratori della scuola. Prima o poi torneremo al voto“.

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi