Precari, delusione della Lega. Sasso: “A settembre cattedre ancora vuote. Pittoni: “Stabilizzazione docenti rimandata. Daremo battaglia”

Stampa

Se la bozza del Decreto nella parte che riguarda la scuola dovesse essere confermata, non posso che esprimere tutta la mia disapprovazione”. E’ il commento di Rossano Sasso (Lega), sottosegretario all’Istruzione, in merito alle prime indicazioni per la scuola relative al decreto sostegni bis. Molto critico anche Mario Pittoni, responsabile scuola della Lega.

Bene per carità i finanziamenti alle scuole e agli enti locali, sacrosante le assunzioni per i vincitori dei vecchi concorsi e per talune categorie di insegnanti che aspettavano da tempo immemore, ma il problema del precariato storico è stato praticamente ignorato. Non è possibile limitarsi alla prima fascia delle gps, non è possibile limitare le stabilizzazioni solo a poche migliaia di precari senza peraltro prevedere alcun percorso abilitante“.

Questo provvedimento va assolutamente emendato in Aula, così proprio non può avere la mia approvazione.

Il M5S, forte dei numeri del 4 Marzo 2018 che oggi però possiede solo in Parlamento e non nel Paese, continua a tenere in ostaggio oltre 150.000 lavoratori precari della scuola, opponendosi alle proposte della Lega e del centrodestra, grazie anche al silenzio-assensodel Pd“, attacca il leghista.

Presidente Draghi, in questo modo noi non avremo le cattedre occupate a Settembre, avremo una valanga di supplenti e rinviamo di un anno una soluzione che era alla portata di tutti. La Lega presenterà emendamenti, ci appelliamo fin da subito a tutti i parlamentari e le organizzazioni sindacali affinché si raggiunga una soluzione reale condivisa“, chiude Rossano Sasso.

La presa di posizione di Pittoni: “Daremo battaglia”

Molto critico anche il responsabile scuola della Lega Mario Pittoni, che tramite un comunicato infuocato analizza punto per punto le misure per la scuola previste dal decreto:

1) Il vincolo passa da 5 a 3 anni, ma le assegnazioni provvisorie restano bloccate per il triennio. In piena crisi pandemica, quindi, si continua a vietare la possibile ricongiunzione delle famiglie.

2) Non c’è un solo posto aggiunto né per il sostegno né di tipologia comune.

3) Il documento non prevede alcuna nuova procedura di assunzione in ruolo al 1 settembre: c’è solo lo scorrimento delle graduatorie di merito e una “strana” assunzione a tempo determinato (ancora una volta in spregio alla lettera e allo spirito delle indicazioni dell’Ue) che può portare al ruolo, ma solo una volta superata – al termina dell’anno scolastico – una specifica prova selettiva da tenere con una commissione esterna, che di fatto è un altro concorso straordinario.

4) Il concorso ordinario ha un percorso inverso rispetto all’ultimo straordinario, che aveva visto convertire lo scritto (sempre computer based) da quesiti a risposta chiusa multipla a quesiti a risposta aperta. L’ordinario si trasforma ora da risposta aperta a risposta chiusa multipla: 50 domande in 60 minuti, comprese quelle di inglese e informatica. Praticamente il nozionismo spicciolo più esasperato, che non solo conferisce il ruolo, ma addirittura “l’abilitazione all’esercizio della professione docente”, senza alcuna specifica formazione.

5) Ultima chicca è il concorso “last minute” dedicato a sole quattro classi di concorso del settore scientifico. In pratica si bloccano o, comunque, si appesantiscono le delicate operazioni di avvio del nuovo anno scolastico per lo “sfizio” ideologico di un concorsino veloce a ferragosto, invece dell’assunzione a luglio di precari abilitati o qualificati da anni di esperienza.

6) Avevamo individuato sedici diverse situazioni dei docenti e suggerito, caso per caso, la possibile soluzione di casi che complessivamente coinvolgono centinaia di migliaia di insegnanti. Nessuna risposta concreta. Daremo battaglia”, conclude il senatore della Lega, Mario Pittoni.

Precari storici scuola, assunzione: anno di formazione iniziale e prova disciplinare. Così il governo vuole assumerli. [BOZZA] Decreto Sostegni Bis

Dall’assunzione dei precari ai concorsi semplificati: le misure per la scuola del decreto sostegni bis

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata