Precari sardi, No emigrazione, organizzano una marcia su Roma

WhatsApp
Telegram

I docenti precari sardi si sono distinti in queste settimane per la protesta contro le modalità di effettuazione del piano straordinario di assunzioni.

I docenti precari sardi si sono distinti in queste settimane per la protesta contro le modalità di effettuazione del piano straordinario di assunzioni.

Si sono rivolti alla Regione, che si è mobilitata immediatamente, si sono presentati simbolicamente muniti di valige in aeroporto, ma adesso vogliono alzare il tiro.

Infatti, è in procinto una manifestazione a Roma, un vero e proprio blitz nella capitale per la prossima settimana.

A fianco dei precari, il deputato di Unidos Mauro Pili che nel corso degli Stati generali della scuola svoltosi ieri a Cagliari ha annunciato la volontà di una scuola tutta sarda, con prof e maestri sardi. Principi riportati nel manifesta approvato a seguito degli Stati generali.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao